lucida visionaria follia: Regno di Israele

quello che io voglio? io ho anche il potere di pretenderlo! [[ Le idee migliori sono proprietà di tutti, esse non nascono dalla ragione, ma da una lucida e visionaria follia: il Regno di Israele ]] #shariah #talmud spa Ogm FED FMI BM .. altro che Cina e Russia, sarò io che vi ucciderò tutti! .. io sono esercito del Signore, Carro di ISraele kingdom e sua cavalleria! da un Cimitero dovete uscire e in un cimitero dovete entrare DEFINITIVAMENTE! .. I TUOI SODALI? presto verranno a piangere alla tua tomba, poi, sarà il loro turno! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF
chi: 666 CIA ha scritto sul mio GEDIT mentre il computer era in stadby “TARDA TROPPO” chi ha osato fare questo? io non sono mai in ritardo! .. io arrivo al momento giusto sempre!

===================

LE AMICIZIE islamiche PERICOLOSE shariah al Nursa wahhabite di HILLARY CLINTON: Saleha Mahmood Abedin, madre di Huma Abedin, é una integralista musulmana, vicino ai Fratelli Musulmani, ha scritto un libro: “Women in Islam”, é a favore della mutilazione dei genitali femminili, é a favore delle leggi secolari fatte solo dagli uomini, é a favore della Sharia, e della segregazione e della schivitù delle donne. Hillary Clinton é a conoscenza di ciò? Hillary Clinton e la sua presunta amante, Huma Abedin, lavorano per l’Islam dell’Arabia saudita e Qatar? Questa domanda dopo che Hillary Clinton é stata finanziata per 60.000.000 di Dollari, dagli Stati del Golfo.
Video: “Le sconcertanti connessioni fra i Clinton e il terrorismo wahabita, finanziato dai Sauditi, stanno finalmente venendo alla luce. Hillary Clinton sta lavorando per distruggere l’Europa e l’Occidente per il piacere del denaro del potere. Huma é il collegamento, finora nascosto tra i Clinton e il terrorismo saudita. La chiave di tutto é il sito Institute of Muslim Minority Affairs. Anche lo stesso indirizzo, a Londra, della “Lega Musulmana Mondiale” di Abdullah Omar Nasseef, lo scopo dell’organizzazione è la promozione del panislamismo.

http://www.breitbart.com/national-security/2016/06/13/roger-stone-its-time-america-got-some-answers-about-huma-abedin/
http://www.cesnur.com/lislam-e-i-movimenti-di-matrice-islamica-in-italia/la-lega-musulmana-mondiale-italia-e-il-centro-islamico-culturale-ditalia/

#USA #corruzione #FBI #HillaryClinton #Killary #Clinton #Rodham #BillClinton #PresidenzialiUSA2016 #Presidenziali #Election2016 #HillaryClinton #Clinton #email #emailgate #Wikileaks #HillaryForPrison2016 #NeverHIllary #crookedHillary #DonaldTrump #Trump #Clintongate #AustynCrites #Crites #HumaAbedin #Abedin #AnthonyWeiner #Weiner #Haiti #pedofili #pedofilia #FratelliMusulmani #Scandalisessuali #SexScandal #ArabiaSaudita   #Qatar   #wahabiti   #salafiti   #terrorismowahabita   #AbdullahOmarNaseef   #Naseef   #LegaMusulmanaMondiale   #MuslimWorldLeague   #11Settembre   #11Settembre2001
==========================

il FEMMINiSMO acido oppositivo, e crollo della FAMIGLIA PATRIARCALE ] [ Hikikomori e NEET ]  la morte del PRIMOGENITO! [ PERCHÉ SECONDO VOI ESISTE QUESTO FENOMENO AUTISTICO! [ [10:44, 8/11/2016] è il femminismo che negando il modello della Famiglia Biblica Patriarcale, ha confuso, disperso le certezze ed ha rovinato i figli maschi, prevalentemente primogeniti!
[ 8/11/2016] Hikikomori e NEET ] PERCHÉ SECONDO VOI ESISTE QUESTO FENOMENO AUTISTICO! il vuoto del Padre e la dipendenza dalla madre! In centomila chiusi nelle loro stanze Ragazzi che si ritirano dalla società. Sono i più fragili tra chi non studia né lavora: più esposti i maschi, educati alla regola del successo. Li chiamano Neet, si barricano nella loro cameretta, il computer sempre acceso, musica e libri, i pasti consumati lì. di Dario Di Vico. Una scena dal film del 2006 «Hikikomori» di Marco Prati shadow… ritiro sociale è un’espressione ancora poco nota. La utilizzano psicologi e operatori delle Onlus per definire i comportamenti del segmento più fragile dei Neet, i giovani che non studiano e non lavorano. Per avere un’immagine immediata di cosa significhi il ritiro sociale si può pensare a un ragazzo barricato nella sua cameretta con le tapparelle abbassate, il computer sempre acceso, musica e libri, il cibo consumato lì in una segregazione auto-imposta. Il fenomeno è molto conosciuto in Giappone — li chiamano hikikomori — ed è iniziato negli anni 80. Riguarda per lo più maschi primogeniti e il primo sintomo è la rinuncia a frequentare la scuola. Motivo: la pressione della società che chiede una competizione alla quale il giovane risponde negandosi.
Le stime nipponiche variano da 400 mila a 2 milioni di coinvolti, il trend però è in crescita. Anche da noi la prima manifestazione del ritiro sociale è l’auto-esclusione dalla scuola, annunciata ai genitori una mattina a sorpresa senza segnali premonitori. Le stime italiane sono di 100 mila ragazzi — un altro primato europeo di cui non essere fieri — ma ovviamente non è facile elaborare dati così delicati.
A monitorare il fenomeno sono realtà come la cooperativa Minotauro, che ha pubblicato di recente un testo dedicato ai ritirati e dal titolo eloquente: «Il corpo in una stanza». Anche in Italia a essere colpiti sono molto più i maschi, perché a loro è stata trasmessa un’identità fortemente condizionata dal ruolo sociale e dal successo lavorativo.
L’annuncio a sorpresa
I corpi in una stanza non hanno «voce» e l’unica strada per capirne di più è riannodare il filo partendo dai racconti dei genitori.
Così abbiamo fatto, organizzando un focus group nella sede del Corriere a Milano. Rompe il ghiaccio Carmen: «Una sera che non dimenticherò mai, Sandro si è seduto sul mobile della cucina e mi ha detto: da domani a scuola non ci vado più, e così è stato.
Era in quarta liceo. Per tre anni è vissuto nella sua camera, ha piantato il calcio, è diventato vegano e ha smesso anche di mangiare a tavola con la famiglia».
Racconta Giulia, un’altra mamma: «Marco ha finito il liceo regolarmente, i guai sono arrivati dopo. Ha lavorato come venditore per un’azienda, ma dopo diversi mesi non gli hanno voluto riconoscere un contratto e non l’hanno pagato. E da lì ha spento la luce, si è rifiutato di continuare gli studi e ha introiettato un senso di vergogna e inadeguatezza.
Voleva fare il deejay e adesso l’unica compagnia che ha scelto è la musica». Si inserisce Nicoletta: «Francesco un giorno mi ha confessato che andare a scuola era diventato un incubo quotidiano. Si è ritirato in camera e si è costruito una rete di amici virtuali in diverse città, ha perfezionato l’inglese ubriacandosi di serie tv e non ne ha voluto più sapere dell’istituto turistico. L’ultima delusione è stata l’impossibilità di essere assunto in un hotel, che pure lo avrebbe preso, perché ancora minorenne». Le storie raccolte si assomigliano molto e evidenziano il fallimento del rapporto con la scuola, l’assenza dei padri, la vergogna nei confronti dei compagni di classe, la creazione di circuiti di socializzazione a distanza.

il FEMMINiSMO acido oppositivo, e crollo della FAMIGLIA PATRIARCALE ] [ Hikikomori e NEET ]  la morte del PRIMOGENITO! [ PERCHÉ SECONDO VOI ESISTE QUESTO FENOMENO AUTISTICO! [ [10:44, 8/11/2016] è il femminismo che negando il modello della Famiglia Biblica Patriarcale, ha confuso, disperso le certezze ed ha rovinato i figli maschi, prevalentemente primogeniti! ] Genitori e insegnanti [ «La scuola non raccoglie il dolore» sostiene Carmen. I giovani che per qualche motivo incontrano la sofferenza negli anni della crescita — un incidente, una malattia, la separazione conflittuale dei genitori — rimangono segnati e il sistema scuola non riesce a reincluderli, aumentando le loro probabilità di diventare Neet. Nel focus group il giudizio sulla scuola è stato materia incandescente: i genitori raccontano episodi di insensibilità degli insegnanti, di demotivazione professionale, di trasmissione di un senso di inadeguatezza e la conseguenza è l’aumento del tasso di dispersione. L’abbandono scolastico è la prima fabbrica di Neet e infatti cresce (è al 15%) in corrispondenza con l’aumento del tasso di disoccupazione.
Secondo la ricerca della onlus WeWorld denominata «Ghost», proprio perché dedicata ai ragazzi-fantasma, un quarto di loro ha alle spalle iter scolastici accidentati.
Se i conflitti con la scuola potevamo prevederli il focus group ha evidenziato un’altra costante: la totale assenza dei padri. Il genitore maschio di fronte al ritiro sociale del figlio si scopre impotente e cede spesso alla tentazione di squalificarlo. Lo considera un fannullone, un incapace, un «disfunzionale». In uno dei casi il padre ha addirittura diseredato il figlio e persino sul sostegno economico i papà si eclissano. La gestione del ritiro pesa tutta sulle madri, che delle volte trovano maggiore aiuto nei nuovi compagni di vita, più disponibili dei veri padri. Ci sono anche casi in cui le donne maturano un senso di auto-colpevolizzazione, come Nicoletta che si chiede «se non ho sbagliato, è come se l’avessi tenuto nella pancia anche dopo la nascita impedendogli così di crescere». «Economicamente è stato un disastro — riepiloga Giulia — ho dovuto vendere una casa che avevamo ereditato e tentare di costruire un percorso formativo. Un curriculum di speranza che lo aiutasse un giorno a reinserirsi». Se è vero che i padri latitano, una funzione di supplenza la ricoprono le Onlus del terzo settore, che partono dal sostegno psicologico e poi si incaricano di stimolare il ragazzo per fargli recuperare interesse per il mondo reale fuori dalle quattro mura. In questo modo sperano di farlo transitare negli altri segmenti di Neet, i ragazzi che fanno volontariato oppure che si aggrappano alla pratica sportiva per socializzare.
«Attacchiamoli alla vita» è il leitmotiv degli operatori.
L’aiuto della Rete
È poi singolare come di fronte alle sconfitte dei soggetti «caldi» — la famiglia e la scuola — il «freddo» Internet, l’elettronica impersonale e mangia-privacy, diventi una ciambella di salvataggio, un assistente sociale h24. La virtualità attenua la vergogna sociale, ne riduce l’impatto fisico, il filtro del computer rassicura e lascia sempre aperta la via di fuga. Smaterializza le amicizie e riduce il rischio delle delusioni.
Sono nate così pagine Facebook e chat di Skype per gli hikikomori italiani con più di mille iscritti. «Francesco ha sempre subito le dinamiche di gruppo perché maturo di testa e piccolo nel fisico, sulla Rete invece ha trovato amici a Firenze, Bari e Roma. Più grandi di lui con i quali gestisce ore e ore di chiacchiere al computer» racconta Nicoletta. La spiegazione degli psicologi è che nella dimensione virtuale i giovani ottengono le gratificazioni che la vita reale ha negato loro. Come l’offesa di non ricevere nemmeno una risposta formale agli Sos che inviano a pioggia sotto forma di curriculum e lettere di presentazione ad aziende, centri per l’impiego e possibili datori di lavoro. Gli stessi studiosi motivano il carattere prevalentemente maschile del ritiro sociale — le ragazze in Giappone sono solo il 10% — con la trasmissione al femminile di un’idea di realizzazione del sé più larga e sfaccettata e non riconducibile agli stereotipi del successo/identità lavorativa.
È un lascito di genere — e non un’esperienza maturata sul campo — che però funziona da anticorpo, evita di aggiungere esclusione a esclusione.
Ragazze e maternità
Non vuol dire che l’intero universo Neet — oltre i ritirati — non sia colorato di rosa, ma le traiettorie sono differenti: incide molto la maternità attorno ai 20 anni, la scelta di restare a casa con i figli e non presentarsi sul mercato del lavoro. Se i genitori dei ritirati sociali di fronte al compito che si para loro davanti lottano per non disperarsi, anche gli altri padri e madri dell’universo Neet finiscono per essere spaesati.
Come sintetizza Lucia Tagliabue di Jointly, una rete di orientamento professionale: «Non sanno che consigli dare ai loro ragazzi perché il mondo del lavoro viaggia a una velocità diversa e temono di risultare iperprotettivi o eccessivamente rigidi nelle imposizioni ai ragazzi».
P.S. Dal ritiro sociale fortunatamente si può uscire.
Oggi Sandro ha 29 anni e fa l’insegnante di Tai chi.
di Dario Di Vico Una scena dal film del 2006 «Hikikomori»
==============

il FEMMINiSMO come Matriarcato acido oppositivo: che nega la struttura piramidale, è questo che conduce al crollo della FAMIGLIA PATRIARCALE quindi il rifiuto della autorità Paterna da parte dei figli, e della autorità del marito da parte della moglie ] [ Hikikomori e NEET ] la conseguenza è la morte del PRIMOGENITO! [ e PERCHÉ altrimenti, SECONDO VOI ESISTE QUESTO FENOMENO di tipo AUTISTICO? [8/11/2016] è il femminismo che negando il modello della Famiglia Biblica Patriarcale, ha confuso, disperso le certezze ed ha rovinato i figli maschi, prevalentemente primogeniti! Si chiamano Neet e sono i giovani che hanno scelto di ritirarsi dalla società, per vivere da eremiti nelle loro stanze. Il termine Neet è un acronimo che sta per “Not (engaged) in Education, Employment or Training”, ad indicare tutti quei ragazzi che non sono impegnati in un percorso di formazione, non studiano e non lavorano. Una parte di questi ragazzi, quella più fragile, ha deciso però di isolarsi ancora di più dal mondo, scegliendo di distaccarsi dalla società e di vivere in uno stato di totale reclusione. Nessun contatto umano, nemmeno con la famiglia che vive nella stessa casa, solo la televisione, con le serie tv, e il computer sempre acceso e connesso a internet. In Giappone hanno ribattezzato questi ragazzi, hikikomori, un termine che indica chi, volutamente, si isola da tutto ciò che lo circonda. Il fenomeno non è isolato, in Italia i Neet che sono diventati hikikomori, e nei casi più gravi, scelgono una vita da eremiti, e sono ormai migliaia. Si rinchiudono nelle loro camerette 24 ore al giorno e rifiutano qualsiasi contatto umano se non attraverso una tastiera.
A spingerli ad isolarsi la paura di essere giudicati da una società che non li comprende, ma anche quella di subire un rifiuto da parte della scuola, dei possibili datori di lavoro e delle altre persone. Il peso di questa scelta grava, come sempre, sulle famiglie, ed in particolare sulle madri, che non riescono a comprendere questa scelta radicale né possiedono gli strumenti per cambiare le cose.

==============
la distruzione della famiglia biblica patriarcale, e della società patriarcale e la contestuale diffusione della infestazione teosofia demoniaca GENDER Darwin ideologia! Su spunto di Mara Pontello sulla questione lgbt: “Nella società ipermoderna la diffusione dell’omosessualità e l’accentuazione della confusione dei generi pare proporzionale al declino del padre, al suo indebolimento simbolico. La prima conseguenza, con tutta la sua portata clinica nel processo strutturale di costituzione soggettiva del figlio, la riscontriamo nel prevalere, tanto nella famiglia quanto in una socialità diffusa, del codice materno. Queste due polarità, il declino simbolico del padre da una parte e il prevalere massiccio del ruolo materno, ci permettono di cogliere nell’epoca dell’evaporazione del padre  una particolare conseguenza: la sospensione di una funzione che ponga limiti e norme al godimento ha come conseguenza la confusione dei sessi,  il  gioco perverso del travestitismo sociale, l’esibizione di un corpo ipersessuato o asessuato, la ricerca estrema e provocatoria di godimenti nuovi e interscambiabili….Troppo spesso i padri ritengono di dover cedere il passo alle madri, confermando e celebrando l’idea che tra madre e figlio c’è qualcosa di naturalmente inscindibile o simbiotico. Come se il rapporto madre figlio fosse l’emblema trionfante di una dualità fusionale riuscita. Ma ogni dualità esige il duello, figura della contrapposizione ma anche della dipendenza….

il FEMMINiSMO come Matriarcato acido oppositivo: che nega la struttura piramidale, è questo che conduce al crollo della FAMIGLIA PATRIARCALE quindi il rifiuto della autorità Paterna da parte dei figli, e della autorità del marito da parte della moglie ] [ Hikikomori e NEET ] la conseguenza è la morte del PRIMOGENITO! [ e PERCHÉ altrimenti, SECONDO VOI ESISTE QUESTO FENOMENO di tipo AUTISTICO? [8/11/2016] è il femminismo che negando il modello della Famiglia Biblica Patriarcale, ha confuso, disperso le certezze ed ha rovinato i figli maschi, prevalentemente primogeniti! Si chiamano Neet e sono i giovani che hanno scelto di ritirarsi dalla società, per vivere da eremiti nelle loro stanze. Il termine Neet è un acronimo che sta per “Not (engaged) in Education, Employment or Training”, ad indicare tutti quei ragazzi che non sono impegnati in un percorso di formazione, non studiano e non lavorano. Una parte di questi ragazzi, quella più fragile, ha deciso però di isolarsi ancora di più dal mondo, scegliendo di distaccarsi dalla società e di vivere in uno stato di totale reclusione. Nessun contatto umano, nemmeno con la famiglia che vive nella stessa casa, solo la televisione, con le serie tv, e il computer sempre acceso e connesso a internet. In Giappone hanno ribattezzato questi ragazzi, hikikomori, un termine che indica chi, volutamente, si isola da tutto ciò che lo circonda. Il fenomeno non è isolato, in Italia i Neet che sono diventati hikikomori, e nei casi più gravi, scelgono una vita da eremiti, e sono ormai migliaia. Si rinchiudono nelle loro camerette 24 ore al giorno e rifiutano qualsiasi contatto umano se non attraverso una tastiera.
A spingerli ad isolarsi la paura di essere giudicati da una società che non li comprende, ma anche quella di subire un rifiuto da parte della scuola, dei possibili datori di lavoro e delle altre persone. Il peso di questa scelta grava, come sempre, sulle famiglie, ed in particolare sulle madri, che non riescono a comprendere questa scelta radicale né possiedono gli strumenti per cambiare le cose.
Leggi tutto (27 righe)
Aggiungi un commento…

drinkYpoisonJHWHwins
Condivisione pubblica  –  28 set 2016

Mara Pontello Ieri alle ore 18:39+ Ma come fai a sconfiggere questi satanisti Lorenzo, tramite il pc? Io ancora non ho capito. lorenzojhwh Unius REI 05:30 +Mara Pontello non ti ho detto che, fisicamente, il tuo spirito deve prendere una posizione: eterna, presso sul Trono di Dio?
non ti hanno detto che tu sei rivestita di Cristo, e che lui è alla destra del Padre? io uso il Esorcismo di San Benedetto!
lorenzojhwh Unius REI
05:32 +Mara Pontello
se non hai paura ti porterò con me dai padroni del mondo: dai sacerdoti di Satana!
incomincia a scrivere: preghiere e il libro della Sapienza di Salomone su questa pagina https://www.youtube.com/user/youtube/discussion
Leggi tutto

YouTube Spotlight
youtube.com
1
Aggiungi un commento…

drinkYpoisonJHWHwins
Condivisione pubblica  –  28 set 2016

Mara Pontello +lorenzojhwh Unius REI ma cmq l’anticristo verrà a fare un po’ di strage umana di cristiani. Io già non voglio più vivere. Mi assalgono certe forze infere autodistruttive, che spesso penso di non voler mai voluto essere stata messa al mondo. Mi sento così sterile e impotente che spesso vorrei solo essere morta e vedo tutto così tragico. Forse non vedo l’ora di morire per Cristo. Almeno me ne torno al Creatore no!? Buona giornata Lorenzo… Sai com’è, la mia energia lunare è così sterile senza Dio… Potresti mandare un esorcismo anche a me!? Credo di averne molto bisogno
lorenzojhwh Unius REI +Mara Pontello
le realtà, non vanno credute emotivamente, vanno credute e basta, perché non si può mettere in discussione la potenza di Dio nella nostra vita!
lorenzojhwh Unius REI +Mara Pontello
e poi, finché ci sono io? l’Anticristo non può avere successo, e se venisse oggi? lol. poi, non troverebbe molti cristiani da uccidere, forse ucciderebbe molti GENDER del PD.
Leggi tutto (11 righe)
1
Foto del profilo di UniusRei3 leviathan

UniusRei3 leviathan11:17

il FEMMINiSMO come Matriarcato acido oppositivo: che nega la struttura piramidale, è questo che conduce al crollo della FAMIGLIA PATRIARCALE quindi il rifiuto della autorità Paterna da parte dei figli, e della autorità del marito da parte della moglie ] [ Hikikomori e NEET ] la conseguenza è la morte del PRIMOGENITO! [ e PERCHÉ altrimenti, SECONDO VOI ESISTE QUESTO FENOMENO di tipo AUTISTICO? [8/11/2016] è il femminismo che negando il modello della Famiglia Biblica Patriarcale, ha confuso, disperso le certezze ed ha rovinato i figli maschi, prevalentemente primogeniti! Si chiamano Neet e sono i giovani che hanno scelto di ritirarsi dalla società, per vivere da eremiti nelle loro stanze. Il termine Neet è un acronimo che sta per “Not (engaged) in Education, Employment or Training”, ad indicare tutti quei ragazzi che non sono impegnati in un percorso di formazione, non studiano e non lavorano. Una parte di questi ragazzi, quella più fragile, ha deciso però di isolarsi ancora di più dal mondo, scegliendo di distaccarsi dalla società e di vivere in uno stato di totale reclusione. Nessun contatto umano, nemmeno con la famiglia che vive nella stessa casa, solo la televisione, con le serie tv, e il computer sempre acceso e connesso a internet. In Giappone hanno ribattezzato questi ragazzi, hikikomori, un termine che indica chi, volutamente, si isola da tutto ciò che lo circonda. Il fenomeno non è isolato, in Italia i Neet che sono diventati hikikomori, e nei casi più gravi, scelgono una vita da eremiti, e sono ormai migliaia. Si rinchiudono nelle loro camerette 24 ore al giorno e rifiutano qualsiasi contatto umano se non attraverso una tastiera.
A spingerli ad isolarsi la paura di essere giudicati da una società che non li comprende, ma anche quella di subire un rifiuto da parte della scuola, dei possibili datori di lavoro e delle altre persone. Il peso di questa scelta grava, come sempre, sulle famiglie, ed in particolare sulle madri, che non riescono a comprendere questa scelta radicale né possiedono gli strumenti per cambiare le cose.
Leggi tutto (27 righe)
Aggiungi un commento…

LEVIATHAN Benjamin Netanyahu
Condivisione pubblica  –  02 ott 2016

Mara Pontello buon lavoro
YouTube Spotlight  Iscritto24.142.866 Home page Video Playlist Canali Discussione Informazioni Altri iscritti COMMENTI • 351.697 FORZA Benjamin Netanyahu Aggiungi un commento pubblico… Commenti più popolari  FORZA Benjamin Netanyahu FORZA Benjamin Netanya…

Mara Pontello buon lavoro
jhwhisrael.blogspot.it
YouTube Spotlight Iscritto24.142.866 Home page Video Playlist Canali Discussione Informazioni Altri iscritti COMMENTI • 351.697 FORZA Benjamin Netanyahu Aggiungi un commento pubblico… Commenti più popolari FORZA Benjamin …
1
Aggiungi un commento…

Unius LEVIATHAN King ad maiorem Dei gloriam
Condivisione pubblica  –  20 ago 2016

mogherina verrà a fare la hostess
Già lette Dettagli notifica Mara Pontello e ROSSATI GUALTIERO Ti hanno menzionato, hanno commentato: Papa Francesco: ci sono segretarie parrocchiali che sembrano “discepole di satana” Mara Pontello Condivisione pubblica  –  05 ago 2016 Papa Francesco: ci so…

mogherina verrà a fare la hostess
eterna-legge-universale.blogspot.it
Già lette Dettagli notifica Mara Pontello e ROSSATI GUALTIERO Ti hanno menzionato, hanno commentato: Papa Francesco: ci sono segretarie parrocchiali che sembrano “discepole di satana” Mara Pontello Condivisione pubblica –

FED HITLER ISIS sharia NWO satana
Condivisione pubblica  –  21 set 2016

FED HITLER ISIS sharia NWO satana 04:52 +Mara Pontello. il concetto teologico e reale è questo, Gesù di Betlemme è seduto sul Trono, ha vinto trionfa sta bene, QUINDI come un solo JHWH DIO lui ha il CONTROLLO ED È LA VITA DI OGNI COSA., ed è per LUI il VERBO e per il soffio delle SPIRITO SANTO che tutte le cose sono state create.. si dice: -“Dio è in controllo!” quindi il martirio non può mai essere un incidente di percorso, ma, può essere soltanto un dono ottenuto dal nostro spirito nel suo “dialogo” con lo Spirito SANTO, perché dal momento del nostro concepimento noi abbiamo uno spirito dotato di corpo spirituale, che è indipendente dal Corpo psichico con il quale comunica attraverso intuizioni… ovviamente la nostra sede decisionale è sempre nell’anima psichica dove esiste il libero arbitrio, Per i cristiani biblici fondamentalisti è impossibile morire senza consenso e accettazione! … è vero che il MONASTERO è una fuga dal mondo, che ha rinnegato Dio, ma, questo non vuol dire una attenuazione del contrasto e del combattimento che, anzi, diventa più intenso ed interiore! QUINDI LA SCELTA DEL MONASTERO NON DEVE ESSERE FATTA PER FUGA MA PER AMORE DELLO SPOSO!

SAUDI ARABIA drink your poison made by yourself
Condivisione pubblica  –  18 set 2016

moneta come fatto religioso
Mara Pontello 16 set 2016+ Ho appena visionato Giacinto Auriti la moneta come fatto religioso. Un genio. … Stavo pensando di entrare in Monastero, però quando sono andata per un ritiro spirituale mi nominavano spesso papa Francesco e questo mi ha fatto e…

moneta come fatto religioso
legaisisaraba.blogspot.it
Mara Pontello 16 set 2016+ Ho appena visionato Giacinto Auriti la moneta come fatto religioso. Un genio. … Stavo pensando di entrare in Monastero, però quando sono andata per un ritiro spirituale mi nominavano spesso papa …

LEVIATHAN Benjamin Netanyahu
Condivisione pubblica  –  02 ott 2016

Rosario in latino
tema della russofobia =============================== Mara Pontello [[ +FED HITLER ISIS sharia NWO satana ] [[ che imprudenze vuoi che commetta, io sono fuori dal mondo, in quanto dissanguata. Intendi su internet? Io seguo poche cose in genere informative…

Rosario in latino
jhwhisrael.blogspot.it
tema della russofobia =============================== Mara Pontello [[ +FED HITLER ISIS sharia NWO satana ] [[ che imprudenze vuoi che commetta, io sono fuori dal mondo, in quanto dissanguata. Intendi su internet? Io seguo …

FED HITLER ISIS sharia NWO satana
Condivisione pubblica  –  21 set 2016

suprematista genocidio satanismo
Mara Pontello ] +FED HITLER ISIS sharia NWO satana MarlaMarleen come è morta? Embè, io non vedo l’ ora di tornare al Creatore. Tanto qui parlano, straparlano, nessuno risolve mai nulla alla radice. Sembra che lo facciano apposta a rendere la realtà semp…

suprematista genocidio satanismo
fed-hitler-isis-sharia-nwo-satana.blogspot.it
Mara Pontello ] +FED HITLER ISIS sharia NWO satana MarlaMarleen come è morta? Embè, io non vedo l’ ora di tornare al Creatore. Tanto qui parlano, straparlano, nessuno risolve mai nulla alla radice. Sembra che lo facciano …
Mara
Religione e GENDER  –  11 set 2016
Sexodus dall’ ideologia femminista al gender
lastoriavariscritta.it
142
Foto del profilo di lorenzojhwh Unius REIFoto del profilo di drinkYpoisonJHWHwinsFoto del profilo di RUSSIA ISRAEL preventive nuclear attack vs shariaFoto del profilo di FED HITLER ISIS sharia NWO satana
71 commenti

Mara08 ott 2016+2

+Madama Lucrezia 🙂 devi leggere assolutamente. Ho trovato la descrizione più completa in assoluto. Io mi ci ritrovo totalmente.
http://vascello-stelleperdute.forumfree.it/m/?t=59963134

La Papessa è il pensiero libero, l’intelligenza, la cultura, lo studio, la ricerca, tutte cose che in una società che ci vuole solo “consumatori idioti” possono risultare scomode.

Questo Arcano ci conduce alla possibilità di diventare canale di comunicazione tra l’Alto e il Basso, cioè tra il significato che sappiamo dare alla vita incarnata (libro), e il significato che essa ha, “in sé”, a prescindere da ogni nostra valutazione (velo). Diventando così tramiti, ma anche custodi e difensori di quella Verità Sacra che ci è “scritta dentro”, solo a volerla svelare..

Prerogativa del “Due” è lo scambio conoscitivo; ma se questo dialogo avviene unicamente sul piano attuale, potremo dire orrizzontale, cioè nell’interscambio tra “simili”, l’arricchimento che ne perverrà sarà comunque rapportato sempre e solo a questo ordine di realtà.
E ricordiamo invece come la “qualità” del dialogo sia così meravigliosamente rara, poiché la sua possibile attuazione necessità della presenza sia di contenuti “umani”, derivati dalle nostre esperienze personali (scritti nel libro color carne), che anche di contenuti “superiori”, ideali, da noi condivisi e/o sopportati, provenienti direttamente dal velo alle spalle della Papessa.
Per poter accedere a questo dialogo superiore, avente natura verticale, bisogna volerlo e desiderarlo intensamente, altrimenti risulterà impossibile ottenerlo. E non pensiate, nel farlo, di poter contare su aiuti “esterni”… Anzi tutt’altro, sarete ostacolati in ogni modo… poiché la conoscenza spaventa, e chi la cerca spaventa ancor di più…

Infatti, se non è bene credere di poter agire in assoluta indipendenza da tutto e da tutti, anche ridurre la propria capacità intellettiva, personale, originale e autonoma, a causa di un continuo “adeguamento” esterno, indotto, non risulta cosa molto felice… sia esso matrice famigliare, di ordine lavorativo, affettivo o anche semplicemente culturale.
Il pericolo di plagio e di indottrinamento viene troppo spesso sottovalutato, mentre oramai sentire voci fuori dal coro, veramente autonome e incisive, anche nell’ambito che “dovrebbe” essere intellettuale, risulta sempre più raro e prezioso.

Mara
Condivisione pubblica  –  09 giu 2016

Nuovo Ordine Mondiale proteso a distruggere non solo le nazioni e le costituzioni, ma le famiglie, “la Famiglia”, e gli stessi uomini. Orban ha parlato di “debiti fittizi e inestinguibili” creati per espropriare la proprietà privata a milioni di cittadini occidentali e di guerre spacciate per missioni di Pace.

Tutti i fantasmi che qualcuno pensava fossero stati fugati – sulla scia di testi di storia completamente distorti, falsi ed alterati – stanno prendendo corpo, e sotto le mentite spoglie di agnelli che lavorano per una presunta e miracolistica unificazione europea, i mostri e gli spettri più cupi del passato stanno tornando minacciosamente a galla per una sorta di attacco finale ai popoli”.

Il Presidente ungherese Viktor Orban, parla di una “Elite occulta” che comanda il mondo! | Blog di ununiverso
ununiverso.altervista.org
Il presidente Viktor Orban dichiara: “Viviamo in una prigione totale e molti ancora non se ne rendono conto, plagiati dai media di regime. Tutti i fantasmi che qualcuno pensava fossero stati fugati – sulla scia di testi di storia completamente distorti, falsi ed alterati – stanno prendendo corpo …
Foto del profilo di Cesarius CaioFoto del profilo di MaraFoto del profilo di Roberto ScangaFoto del profilo di lorenzojhwh Unius REI
24 commenti

Roberto Scanga20 ott 2016+1

+Mara Pontello Mi dimenticavo di dire che il Cristianesimo come mi dici è senz’altro una via per superare il dualismo basta non identificarsi con le ideologie che purtroppo hanno condizionato l’Umanità da sempre. Per me il Cristianesimo primitivo ha più valore perché si attiene all’insegnamento reale di Gesù.
Aggiungi un commento…

Mara
Condivisione pubblica  –  10 ago 2016

Divina

[AUDIO] Verso la stanza del Re: il castello interiore di Santa Teresa d’Avila
radiospada.org
Riproponiamo in anteprima la registrazione della 354° conferenza di formazione militante a cura della Comunità Antagonista Padana dell’Università Cattolica del Sacro Cuore: parla Laura Francese La …
6
Foto del profilo di Roberto ScangaFoto del profilo di MaraFoto del profilo di lorenzojhwh Unius REI
18 commenti

lorenzojhwh Unius REI18 ott 2016

CHI PUÒ VIVERE VICINO A FUOCO DIVORATORE? e CHI PUÒ SOPRAVVIVERE TRA FIAMME PERENNI? UNIUS REI, e gli IMMORTALI divinizzati: soltanto loro POSSONO FARLO, a loro SOLTANTO è concesso! Ecco perché il campione di tutti i Satanisti il Direttore di youtube: Synnek1 oggi 187AudioHostem, lui mi disse sulla pagina di youtube, quello che il suo padrone: 322 Bush il sommo sacerdote di Satana: con i super poteri demoniaci voodoo cia nato spa Fmi NEOCONS AIPAC, gli aveva detto a lui: “tu devi parlare a lui (Unius REI), ma, tu non devi mai parlare con Lui!” .. ed in effetti: come dice il proverbio: “tra il dire e il fare, c’è di mezzo il mare!” così io gli dissi: in un suo momento di debolezza, per una sua soglia mentale poco vigile “il tuo sacerdote ti ucciderà!” e lui mi rispose: “no! lui non farà!” IN QUESTO MODO, LUI AFFERMAVA DI PARTECIPARE AI SACRIFICI UMANI SULL’ALTARE DI SATANA: REGOLARMENTE!

1). 40miliardi di demoni e 80miliardi di angeli! 2). 80miliardi di anime maledette all’INFERNO, e 40miliardi di anime umane benedette in Purgatorio e Paradiso ( sia: terrestre; che: i 5 paradisi celesti ) tutti loro dicono ad una sola voce: “Unius REI non può essere affrontato, e non c’è chi potrebbe sfidarlo!” e “da un cimitero: tu devi uscire, e in cimitero tu devi entrare: DEFINITIVAMENTE!” e sentire tutto questo? è veramente IMPRESSIONANTE! .. e in verità: nulla, io ho visto e sentito di tutto questo: perché, io lo posso intuire: soltanto, razionalmente attraverso la mia METAFISICA: soltanto! ma, in dormiveglia, io ho visto i circa 30 miliardi di anime sante al PURGATORIO, che infatti, tutti loro avevano un abito grigio e stavano nell’atrio esterno del TEMPIO EBRAICO CELESTE, ed erano in attesa, del giorno del Giudizio Universale, per poter entrare nel TEMPIO EBRAICO CELESTE: alla fine del tempo della loro purificazione! .. e la loro unica possibilità, E SPERANZA, era unicamente quella “porta: UNIUS REI” quindi, tutti ad una sola voce, come un solo uomo dicevano: “Signore aiutalo! Signore dagli la forza!” mente, io ero completamente congestionato, con mal di testa, e pensavo che alle 05,00 del mattino, con la temperatura vicino allo zero, cioè di andare sul trattore in quelle condizioni, non mi avrebbe fatto bene… ma, poi è stata una giornata straordinaria di lavoro, perché l’aria gelida e secca del mattino, mi aveva purificato e sbloccato tutte le vie respiratorie ed anche il mal di testa era andato via! MA TUTTO QUEL GIORNO, MENTRE IO LAVORAVO, NELLA RACCOLTA DELLE OLIVE: IO NON POTEVO FARE A MENO DI PENSARE A QUELLA VISIONE IMPRESSIONANTE!
Leggi tutto (34 righe)
Aggiungi un commento…
STOP FOLLIA GENDER

Mara
Adozioni-Eterologa  –  07 set 2016

Ho una mentalità chiusa e retrograda✝, non comprendo il sentimentalismo LOVEisLOVE.

Maternità Queer: la foto del trans che allatta diventa virale | Gay.it
gay.it
Stanno facendo il giro del web le foto del trans FtM che allatta il figlio neonato. La sorella ha documentato tutto il periodo della gravidanza.
131
Foto del profilo di Antica RomaFoto del profilo di Unius LEVIATHAN King ad maiorem Dei gloriamFoto del profilo di lorenzojhwh Unius REIFoto del profilo di RUSSIA ISRAEL preventive nuclear attack vs sharia
26 commenti

Mara29 ott 2016+1
2
1

+andrea g. http://www.huffingtonpost.it/2016/09/25/odifreddi-dizionario-stupidita_n_12180056.html
Odifreddi ha detto che il 90% degli italiani è stupido. Lo ha detto lui che è un matematico ateo.
Aggiungi un commento…
Papa Benedetto

Mara
Discussione  –  19 ago 2016

81
Foto del profilo di UranosFoto del profilo di Egidio DellacroceFoto del profilo di Manuela GoliaFoto del profilo di lorenzojhwh Unius REI
17 commenti

Egidio Dellacroce20 ago 2016+2
3
2

+Mara Pontello Bellissimo libro sul Medioevo senza i soliti paraocchi,
Aggiungi un commento…

Mara
Condivisione pubblica  –  10 ago 2016

La donna prodigio di Dio. Religiosa, mistica, erborista,  alchimista, naturalista, scrittrice, drammaturga, poetessa, musicista e compositrice, filosofa, linguista, cosmologa, guaritrice, consigliera politica e profetessa. Santa e dottore della Chiesa infine.

La sodomia nelle parole di Ildegarda di Bingen
radiospada.org
In questi tempi in cui sembrerebbe che forze politiche in grado di vincere le future elezioni abbiano tra i loro progetti la legalizzazione delle unioni omosessuali e la promulgazione di una cosìde…
41
Foto del profilo di MaraFoto del profilo di UranosFoto del profilo di Manuela GoliaFoto del profilo di lorenzojhwh Unius REI
12 commenti

Uranos27 set 2016

+Mara Pontello
Questo paese non è cristiano, è laico
Aggiungi un commento…

Mara
Condivisione pubblica  –  05 giu 2016

«I cristiani si sciupino prima del matrimonio (immoralità inoculata con tutti i mezzi e liberalizzata); non giungano al matrimonio (non ce n’è bisogno, mancano i mezzi); se vi giungono, lo frantumino (divorzio facile, protetto); non facciano figli (contraccettivi propagandati dati gratis dalla mutua); se i figli sono in arrivo, siano uccisi (nessun favore alle famiglie numerose, intralci all’adozione, difficoltà per la casa); se sono allevati, non siano educati cristianamente (guerra agli istituti cristiani, alla religione nella scuola, controllo dell’editoria scolastica, della TV, dei giornali); se qualcuno scampa, sia emarginato dalla vita sociale. La Chiesa non crollerà sotto il pungolo della persecuzione, ma sotto una coltre di immoralità: Corrompere, corrompere, corrompere!

Da una circolare massonica del 1905. Rivista internazionale delle società segrete:
Leggi tutto

IL PIANO SEGRETO DELL’ELITE ATTRAVERSO LA PERVERSIONE DEI COSTUMI
newsinfoalternativa.wordpress.com
Seguici su: Quali fini si prefigge la sètta massonica? Secondo tutti gli studiosi più accreditati di questa piovra sotterranea e per ammissione di numerosi suoi adepti, si tratta in sintesi dei f…
4
Foto del profilo di MaraFoto del profilo di Cesarius CaioFoto del profilo di Andrea BorgiaFoto del profilo di Luigi Fontana
17 commenti

Luigi Fontana07 lug 2016

+Jack RRM è per colpa di quelli come te questo degrado sessuale!
Aggiungi un commento…
Papa Benedetto

Mara
Discussione  –  18 set 2016

È la scala di Satana. Dal divorzio, aborto, eutanasia, utero in affitto, alla dittatura sodomitica.

123
Foto del profilo di roberta cartaFoto del profilo di Gisella D (Gi)Foto del profilo di Madama LucreziaFoto del profilo di PERSECUTED CHURCH
11 commenti

Mara04 ott 2016+1
2
1

+Keyzer Söze lo scrivo anche a te.. credere in Dio non è questione di “fede cieca”, consolazione, o tradizione culturale acquisita.

Per capire Dio bisognerebbe fare una sorta di lavoro alchemico su di sè nel mondo interiore, ma gli individui moderni non ne hanno alcuna voglia, scelgono piuttosto di essere automi in balìa del bombardamento di stimoli esterni ed indotti.

Le leggi del mondo manifesto seguono la polarità. Per capire quello che si cela dietro le apparenze del mondo sensibile, occorre sviluppare l’intuizione, e per far questo diventa indispensabile la purificazione di sè a tutti i livelli. La polarità è intesa come dualità.
Per imparare a leggere la verità immutabile, occorre conoscere la dualità di tutte le cose, trovare il punto di incontro e riuscire a fare la sintesi degli opposti.
Solo così è possibile comprendere Gesù e perché diceva “io sono la via, la vita, la Verità. Nessuno viene al padre se non per mezzo di me”.

È proprio la donna che per natura dovrebbe portare “la fede”.
Tant’ è che Dante Alighieri fu uno dei primi a dare questa connotazione profondamente spirituale alla dimensione femminile, in grado di guidare l’anima dell’uomo verso la purificazione, per essere più degno dell’Amore di Dio. Basta pensare al ruolo catartico e di guida assunto da Beatrice.
Ma ormai i modelli proposti dal femminismo hanno volutamente soppresso questa energia.

Quindi in sintesi ribadisco che chi non fa esperienza su di sè sarà sempre un profano che spara cazzate e che io ignoro beatamente 😉
Leggi tutto (26 righe)
Aggiungi un commento…

Mara
Condivisione pubblica  –  10 apr 2016

Cattolicesimo e signoraggio. Moneta a debito: “l’eucaristia di Satana”.
2
Foto del profilo di MaraFoto del profilo di Virginio D.
7 commenti

Virginio D.13 apr 2016

+Mara Pontello strano di solito si riuniscono tutti glia anni a fine maggio all’Hotel de Bilderberg (Oosterbeek, Paesi Bassi) .
Aggiungi un commento…
Papa Benedetto

Mara
Discussione  –  07 set 2016

Anche la clausura è costretta dalla Chiesa ‘modernista’ a piegarsi a quella visione illuministica luciferina, che la ammette soltanto in funzione di scopi sociali e umanitari.
Lo sanno bene i modernisti che quelle anime sante, inutili per il mondo materialista e consumista, ma tanto care a Dio (per compensare le colpe e i peccati accumulati dall’ umanità che tanto lo offendono e lo oltraggiano), custodiscono l’ Amore più prezioso del Padre💎 e non l’ amore volubile del mondo, basato sui sensi, le emozioni e i sentimenti mutevoli.
Alla spinta missionaria dovrebbero pensarci le ONG finanziate dai soliti personaggi, dato che sono gli stessi a creare guerre e povertà.
Leggi tutto

Clausura sì, ma aperta. L’inquietante documento per l’«aggiornamento» della vita contemplativa
iltimone.org
Porta la data del 29 giugno 2016 ed è stata resa nota, passando quasi inavvertita, il 22 luglio scorso, ma è destinata ad avere una profonda incidenza su quello stato di vita che rappresenta la punta di diamante della Chiesa, quella vocazione che nel Corpo mistico esprime e realizza nel modo più estremo e radicale l’amore per Dio, senza il quale – è santa Teresa di Gesù Bambino e del Volto Santo, Doctor Ecclesiae, ad affermarlo – gli Apostoli non…
92
Foto del profilo di Paolo CresciniFoto del profilo di Unius LEVIATHAN King ad maiorem Dei gloriamFoto del profilo di lorenzojhwh Unius REIFoto del profilo di RUSSIA ISRAEL preventive nuclear attack vs sharia
5 commenti

Unius LEVIATHAN King ad maiorem Dei gloriam09 set 2016+1
2
1

+Mara Pontello  le bestie di satana in tutto il mondo non lo dubitano!
Aggiungi un commento…
STOP FOLLIA GENDER

Mara
Politica e GENDER  –  24 ago 2016

“Con le donne al potere crolla la civiltà” lo disse Ida Magli.

Perché la UE è: femminista, per la perversione della donna e la demolizione dell’uomo-padre
83
Foto del profilo di maria carmela GallucciFoto del profilo di Stefano AAFoto del profilo di lorenzojhwh Unius REIFoto del profilo di FED HITLER ISIS sharia NWO satana
5 commenti

Mara10 ott 2016

+Unius kingREI ma dai!? Grazie. È bello sentire le opinioni di chi non ha preconcetti su di me. Non sei il primo che mi fa i complimenti su internet per come la penso. Per me è una cosa insolita. Poiché quando ho a che fare con i profani non mi è permesso esprimere me stessa come sono, ma devo snaturarmi per essere come pretendono loro e questo mi urta assai. Io mi capisco solo con persone che hanno conservato una mentalità religiosa, non quella del mondo, allora sì mi tengo buona.
Tu fai il prof di religione cattolica quindi quando ti cali nella realtà resti nel “tuo campo”, non lavori in banca, non hai a che fare con il guadagno, il profitto o la produttività.
Io no, dovrei avere la mentalità del mondo che con la crisi è sempre più aggressiva, stare con gente che se ne frega di Dio, ha una mentalità puramente speculativa, materialista e pratica. 💲💲
Dato che è disumanizzante tutto ciò…vorrei andarmene a fare l’orto e le marmellate con le suore piuttosto.

Leggi tutto (13 righe)
Aggiungi un commento…
Altri post

=============
Hikikomori e NEET ] PERCHÉ SECONDO VOI ESISTE QUESTO FENOMENO AUTISTICO! Hikikomori (引きこもり? letteralmente “stare in disparte, isolarsi”,[1] dalle parole hiku “tirare” e komoru “ritirarsi”[2]) è un termine giapponese usato per riferirsi a coloro che hanno scelto di ritirarsi dalla vita sociale, spesso cercando livelli estremi di isolamento e confinamento. Tali scelte sono causate da fattori personali e sociali di varia natura. Tra questi la particolarità del contesto familiare in Giappone, caratterizzato dalla mancanza di una figura paterna e da un’eccessiva protettività materna, e la grande pressione della società giapponese verso autorealizzazione e successo personale, cui l’individuo viene sottoposto fin dall’adolescenza. Il termine hikikomori si riferisce sia al fenomeno sociale in generale, sia a coloro che appartengono a questo gruppo sociale.

Il percorso terapeutico, che può durare da pochi mesi a diversi anni, consiste nel trattare la condizione come un disturbo mentale (con sedute di psicoterapia e assunzione di psicofarmaci) oppure come problema di socializzazione, stabilendo un contatto con i soggetti colpiti e cercando di migliorarne la capacità di interagire. Il fenomeno, già presente in Giappone dalla seconda metà degli anni ottanta, ha incominciato a diffondersi negli anni duemila anche negli Stati Uniti e in Europa.

è SATANA la Hillary bisessuale SAUDITA WAHHABITA? ] https://www.youtube.com/watch?v=Mhw3T4G0utQ [ Chi è veramente Huma Abedin, l’aiutante N°1 di Hillary Clinton? è il terrorismo islamico di al Qaeda NURSA dei Sauditi wahhabiti e di finanziamento del terrorismo islamico mondiale!
sakeritalia https://youtu.be/Mhw3T4G0utQ [ sakeritalia Pubblicato il 05 nov 2016. Le sconcertanti connessioni fra i Clinton e il terrorismo wahabita, finanziato dai Sauditi, stanno finalmente venendo alla luce. Huma Mahmood Abedin (born July 28, 1976) is an American political staffer who serves as vice chairwoman of Hillary Clinton’s 2016 campaign for President  ] [ è SATANA la Hillary bisessuale SAUDITA WAHHABITA? ] Il ritratto: Con Hillary tra segreti e scandali Il mistero di Huma Abedin. Da vent’anni è la donna che sussurra all’orecchio di Clinton (signora): quand’era first lady, quand’era segretario di Stato e più che mai ora che corre per la Casa Bianca. La musulmana Huma è l’ombra di Hillary, immancabile al suo fianco come nelle e-mail più confidenziali, e sempre nel mirino dei nemici. In comune hanno anche gli eccessi sessuali dei mariti. Con la differenza che Abedin, dopo aver sopportato ogni umiliazione, il suo ha deciso di mollarlo. Insomma, una storia degna di «House of Cards»…
di Viviana Mazza .. Non è stata una settimana facile per Huma Abedin, la donna definita da Hillary Clinton «la sua seconda figlia» e dai media americani la sua «arma segreta». Il lavoro di Huma, che ha passato 20 dei suoi 40 anni al fianco dell’attuale candidata democratica alla Casa Bianca, è di stare dietro le quinte, come assistente e confidente, indispensabile, discreta, alla moda e misteriosa. Nessuno quanto lei è vicino a Hillary, che quando lavorava da casa, le scrisse via email: «Bussa alla porta della camera da letto se è chiusa». Ma ancora una volta Huma Abdedin è finita, suo malgrado, sotto i riflettori.

La domanda per lo stage. ]
Quando appare per la prima volta sulla scena di Washington D.C., nel 1996, Huma è una studentessa diciannovenne alla George Washington University, con il sogno di fare la giornalista come il suo mito, Christiane Amanpour. Fa domanda per uno stage all’ufficio stampa della Casa Bianca e ottiene un posto, ma non dove voleva: viene assegnata all’ufficio della first lady, Hillary Clinton. La mamma, docente pachistana di sociologia in Arabia Saudita, le consiglia di provare. In una rara intervista concessa al podcast Call your girlfriend, Huma ha descritto il fascino irresistibile del suo primo incontro con Hillary Clinton, nella notte del discorso di riconferma di Bill al secondo mandato presidenziale: «Era bellissima… Ed era così piccola» (Huma è alta un metro e 75).
Tra Maometto e Jane Austen. ] È una ragazza di Kalamazoo (Michigan), ma è cresciuta dall’età di due anni a Gedda, dove il padre Syed Zainul Abedin ha fondato un istituto per lo studio delle minoranze musulmane nel mondo. Ed è una Syed, termine che in Asia meridionale e centrale indica coloro che sono considerati diretti discendenti del Profeta Maometto attraverso i suoi figli, ma le sue eroine da bambina erano occidentali: Jane Austen, Lady Diana, Audrey Hepburn. Così non è poi così strano che diventi la body woman della first lady Usa. Come assistente personale, risponde al telefono, tiene gli appuntamenti, ordina il caffè, bisbiglia all’orecchio i nomi delle persone alle quali va stretta la mano, eccetera. Ma sin da subito Huma è capace allo stesso tempo di dare consigli di abbigliamento e di politica estera. «Hillary è una che ascolta, ma ascolta Huma più degli altri, e le chiede cosa pensa», nota il senatore di New York Chuck Schumer.
Primo incontro, primo istinto…
Nel 2000, a 24 anni, segue Hillary al Senato con il titolo di assistente personale e consulente. È l’anno dopo, durante un ritiro del Comitato democratico nazionale a Martha’s Vineyard, che Huma conosce il suo futuro marito: Anthony Weiner. Pare che non sia stato amore a prima vista. Un’amica le dice che lui vuole conoscerla. Lei risponde che sta lavorando, ma Hillary le lascia la serata libera e si vedono per un drink. Huma, che non beve alcol, ordina un tè, poi si scusa: deve andare al bagno delle signore. E invece lo molla là, senza più tornare (spesso il primo istinto è quello giusto).

…e primo scandalo. ] Le loro strade si incrociano di nuovo: lui è deputato democratico di New York, la sua stella è in ascesa. Carismatico, diretto, pieno di idee e non privo di senso dell’umorismo, ci sa fare sia con gli elettori newyorkesi sia con i network televisivi. «Una cosa che mi colpiva di Anthony — ha raccontato Huma — era la sua intelligenza, la sua bravura nei dibattiti. Trovavo attraente la sua dedizione e passione nell’aiutare la gente». Cominciano a frequentarsi durante le primarie democratiche del 2008. Huma segue Hillary, e Weiner segue Huma. Nel 2010 è Bill Clinton a sposarli con rito civile. Lei musulmana, lui ebreo. Sembrava una favola. Ma appena un anno dopo, quando è incinta di tre mesi, il politico che lottava per i newyorkesi pubblica per sbaglio su Twitter una propria foto in mutande. Prima dice che è stato vittima di un attacco hacker, poi sostiene che voleva inviarla in privato «per scherzo». Alla fine, nel giugno 2011 ammette di essersi scambiato foto «sexy» con mezza dozzina di donne sui social media. Uno scandalo sessuale un po’ bizzarro, perché fino ad allora il sexting (scambiarsi messaggini sessuali e foto osé) era considerato una cosa più da adolescenti esibizionisti che da membri del Congresso (sotto, Abedin e Weiner il giorno del matrimonio).

La quadrupla assunzione
Gli anni successivi non sono semplici per Huma, che inspiegabilmente per molti sceglie di restare con Weiner. Hillary, diventata segretario di Stato nel 2009, la porta con sé, come body-woman ma anche vice-capo dello staff (sotto, Abedin e Clinton all’Onu). Il salario è sui 150 mila dollari, poco per una coppia abituata a vivere con più del doppio. I Clinton li aiutano a trovare un appartamento in affitto (attraverso un amico donatore) e le garantiscono lo status particolare di special government employee che le consente di lavorare in contemporanea anche nel settore privato. Viene assunta da Teneo (società di consulenza e lobbying fondata da Doug Band, l’ex assistente personale che è stato per Bill Clinton quello che Huma è per Hillary) e anche dalla Fondazione Clinton, l’organizzazione umanitaria della famiglia, e lavora da casa «per passare più tempo con il marito e il figlio». Jordan nasce nel dicembre 2011.

è SATANA la Hillary bisessuale SAUDITA WAHHABITA? ] https://www.youtube.com/watch?v=Mhw3T4G0utQ [ Chi è veramente Huma Abedin, l’aiutante N°1 di Hillary Clinton? è il terrorismo islamico di al Qaeda NURSA dei Sauditi wahhabiti e di finanziamento del terrorismo islamico mondiale!
sakeritalia https://youtu.be/Mhw3T4G0utQ [ sakeritalia Pubblicato il 05 nov 2016. Le sconcertanti connessioni fra i Clinton e il terrorismo wahabita, finanziato dai Sauditi, stanno finalmente venendo alla luce. Huma Mahmood Abedin (born July 28, 1976) is an American political staffer who serves as vice chairwoman of Hillary Clinton’s 2016 campaign for President  ] [ è SATANA la Hillary bisessuale SAUDITA WAHHABITA? ] La difesa di McCain
Tutto legale? È convinto di no il senatore repubblicano dell’Iowa Chuck Grassley, che è a capo del Comitato giudiziario del Senato, e ora vuole indagarla per conflitto di interessi e per essere stata impiegata come «dipendente speciale» più a lungo del dovuto, pagata anche in maternità (ma lei dice che lavorava lo stesso). Huma e i Clinton hanno sempre detto che attacchi come questi sono di natura politica. Non è stato l’unico. Nel 2012, cinque membri repubblicani del Congresso dichiarano che, per via dei legami familiari in Arabia Saudita, l’assistente di Hillary è un’infiltrata della Fratellanza Musulmana, organizzazione che alcuni Paesi (inclusa l’Arabia Saudita) considerano terroristica: sostengono che è pericoloso che abbia accesso a informazioni sensibili del dipartimento di Stato. Ma diversi politici le definiscono teorie cospirative e il senatore repubblicano John McCain fa un discorso infuocato al Congresso in difesa di Huma: «Rappresenta il meglio dell’America, è una figlia di immigrati arrivata ai più alti livelli del governo sulla base dei meriti personali e dell’impegno per gli ideali americani».
La seconda chance. ] Nel 2013 Huma si prende una pausa. Weiner ha deciso di tentare un ritorno in politica come sindaco di New York e lei lo appoggia (sotto, foto Reuters). «C’è voluto molto lavoro, mentalmente e nel modo in cui comunichiamo, perché potessi arrivare a dire: “Ok, rimango e voglio continuare questo matrimonio” — racconta nell’aprile di quell’anno al New York Times —. Era l’uomo che rispettavo e amavo, il padre del bambino dentro di me. E mi chiedeva una seconda possibilità». Il documentario Weiner (disponibile su Amazon e iTunes), girato a partire dal maggio 2013, racconta dal vivo e dall’interno il fallimento di questa «seconda chance». Weiner è un politico di talento, e si rivela in effetti capace di ribaltare la freddezza (o il disgusto) che l’elettorato provava dopo lo scandalo. «Se sua moglie lo ha perdonato, perché non possiamo farlo noi?», dicono i newyorkesi. E Huma sembra voler far funzionare il matrimonio. A tenerli insieme ci sono due cose: il figlio Jordan e l’ambizione politica. In campagna elettorale, Huma spiega di appoggiare Weiner per la poltrona di sindaco perché «amo questa città e credo in mio marito». Non dice di amare suo marito. Nessuno sa che cosa le abbia consigliato Hillary, che di infedeltà coniugali è un’esperta. La sensazione è che Huma abbia cercato di imitare la sua mentore, ripristinando a tutti i costi la normalità nella vita familiare e politica.

L’(auto)umiliazione ] Presto, però, deve constatare che l’autolesionismo del marito è superiore a quello dell’ex presidente. Poco prima del voto, si scopre che aveva continuato a mandare immagini del suo weiner (così i bambini chiamano il pene), usando lo pseudonimo «Carlos Danger», anche quando era apparso sulla rivista People al fianco della moglie e del figlio dichiarando: «Sono una persona diversa». Nel documentario, Huma non dà voce alla sua rabbia, ma è visibile dal linguaggio del corpo, dalle braccia incrociate, dai silenzi. Mentre le foto dell’ultimo scandalo appaiono sugli schermi televisivi, Weiner discute di «strategie per il futuro» mentre lei scuote la testa, lentamente, ripetutamente. Lo guarda, allo stesso tempo ferita da lui e superiore a lui. Ma non troppo sorpresa. L’unico momento in cui quasi perde il controllo è quando Sydney Leathers, ventunenne cui Weiner aveva inviato foto sconce, si apposta davanti alla sede della campagna elettorale, e Huma dichiara: «Non subirò l’umiliazione di essere avvicinata da quella donna» (alla fine lei resta in macchina mentre lui scappa dal retro di un McDonald’s). Per lo più comunque lei mantiene il sangue freddo, consigliando all’addetta stampa sconvolta di uscire sorridente davanti ai reporter, confessando solo una volta, mentre guarda nella telecamera, che tutto questo «è come vivere un incubo». L’unica cosa più incredibile del fatto che sia rimasta con Weiner (il New York Post si domandò: «Che problemi hai Señora Danger?») è che Huma abbia permesso al documentarista di filmare per mesi gli episodi più umilianti della sua vita. L’autore del film, Josh Kriegman era un amico di Weiner, che secondo quest’ultimo avrebbe violato l’accordo di non pubblicare le immagini di Huma. Ma lei sapeva benissimo di essere ripresa.
La notte di Filadelfia
Alla fine, Huma si ributta nel lavoro. Dopo l’annuncio della corsa di Hillary Clinton per la Casa Bianca, viene nominata vicecapo della campagna. Nell’ufficio di Brooklyn, 30 persone rispondono a lei. Le telefonate e conferenze iniziato alle 8 del mattino e finiscono alle 10.30 di sera. A volte conduce lei incontri con deputati e donatori, a nome di Hillary. Si sente in colpa perché non ha tempo per il figlio; al massimo lo porta a passeggio per pochi minuti (mentre intanto parla al telefono). Più spesso viaggia con Hillary, lascia Jordan a casa con il papà disoccupato. Nella notte della nomination ufficiale della candidata alla convention di Filadelfia, Huma le bisbiglia all’orecchio: «Fai un respiro profondo, guardati intorno e assapora questo momento». «Negli anni abbiamo condiviso storie sulla nostra vita, abbiamo mangiato insieme più volte di quante riesca a ricordare, abbiamo gioito e abbiamo pianto insieme», ha spiegato a Vogue (tocca l’icona blu). Hanno passato più tempo insieme che con i rispettivi mariti. «Se la porta della camera da letto è chiusa, bussa», le scrive Hillary in uno dei messaggi salti fuori con l’email-gate (sotto, Abedin durante un comizio di Hillary Clinton a Scranton, Pennsylvania, nell’agosto 2015; Afp).

L’ultimo attacco
Le accuse nell’ultima settimana si sono fatte più violente. Il New York Post ha scritto che Huma avrebbe lavorato per una «rivista islamica radicale»: il Muslim Minority Journal, fondato da suo padre e oggi gestito da sua madre in Arabia Saudita. Ma il Washington Post ha intervistato esperti che smentiscono che si tratti di una pubblicazione estremista: è una rivista accademica disponibile anche nelle università. Poi sono state diffuse su internet le email inviate e ricevute da Huma quand’era al dipartimento di Stato. La corrispondenza rivela che da lei passavano una serie di domande di incontri e di favori da parte di finanziatori della Fondazione Clinton. I messaggi includono una richiesta di Doug Band (che oggi lavora alla Fondazione) che Hillary incontri il principe ereditario del Bahrain (il quale ha donato alla Clinton Global Initiative 32 milioni di dollari). Quell’incontro viene fissato nel giro di 48 ore, nonostante l’iniziale riluttanza di Hillary. Band si rivolge a Huma anche per facilitare un appuntamento in ambasciata per un calciatore inglese con accuse penali che vuole un visto: un favore per un magnate dello sport che aveva donato tra i 5 e i 10 milioni. Ma in quel caso, Huma risponde via email che la richiesta la «rendeva nervosa», e Doug le dice di lasciar stare.

Le mutande di Anthony
Alla fine però è stato di nuovo Weiner a infliggere il colpo più doloroso. Le mutande sono tornate sul New York Post (tocca l’icona blu): stavolta insieme al volto del loro bambino di quattro anni, saltato sul letto accanto al papà che si scattava un altro selfie osé. Huma (sotto in una foto del 28 agosto, Ap) ha annunciato la separazione il giorno dopo . Non il divorzio: ancora una volta una scelta step-by-step. C’è chi dice che da settimane non portava più l’anello al dito e che lei e il marito erano in pratica separati da mesi, anche se tecnicamente restavano sotto lo stesso tetto mentre lei era in giro per la campagna elettorale. La separazione ha fatto riemergere anche un vecchio pettegolezzo: che Huma e Hillary siano più che amiche. La destra sembra crederci, o perlomeno intende sfruttare la cosa, come già nel 2013 Jennifer Flowers, una delle amanti di Bill Clinton, che disse in un’intervista al Daily Mail che il matrimonio dei Clinton era «tutt’altro che tradizionale»: «Non conosco Huma o i Weiner, ma Bill mi ha detto che Hillary è bisessuale, e non gli importava. Lui dovrebbe saperlo, no?». Il miliardario Donald Trump, candidato repubblicano alla presidenza, più volte aveva usato Weiner per prendere di mira Huma (e attraverso di lei Hillary). Alla fine, si è congratulato per la sua decisione di lasciare «quel pervertito», ma si è chiesto su Twitter quanti segreti Huma gli avrà confidato; e ha puntato il dito contro la «negligenza» della rivale per averglielo permesso. C’è chi suggerisce che l’assistente preferita dei Clinton dovrebbe lasciare per un po’ la campagna elettorale, ma per il momento sembra assai improbabile. Quel che è certo è che, se Hillary vincerà, Huma la seguirà alla Casa Bianca, probabilmente come capo dello staff. I conservatori la useranno ancora per attaccare la nuova presidente, ma difficilmente riusciranno a strapparle vent’anni di segreti.
http://www.corriere.it/extra-per-voi/2016/09/01/con-hillary-segreti-scandali-mistero-huma-abedin-d6e4544c-701e-11e6-acff-0ba0a2f56bad.shtml?refresh_ce-cp

=================================
================

lorenzoJHWH leviatan Jewish Messiah, MY ISRAEL SE IO NON ERO IL MESSIAH E IL RE DI ISRAELE? I FARISEI PERVERTITI del SpA FMI BM FED 666 Gufo Baal, TALMUD AVREBBERO DETTO CHE IO ERO UN ANTISIONISTA ANTISEMITA! QUESTO È IL LIVELLO DI ABERRAZIONE IDEOLOGICA E SEMANTICA CHE IL NUOVO ORDINE MONDIALE HA RAGGIUNTO! ] MY JHWH HOLY, LI AIUTI SATANA SE PUÒ LUI CHE È STATO TERRORIZZATO DENTRO UN INFERNO DI DISTRUZIONE E TRIBOLAZIONE! [ ESERCITO del Signore, Carro di Israele e sua cavalleria ] GIUSTIZIATELI! [ ESERCITO del Signore, Carro di Israele e sua cavalleria ] “GIUSTIZIATELI!” [ + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF .. Amen! Leviatan kingdom ISRAEL Unius REI Leviatan kingdom ISRAEL Unius REI. C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux. Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce. V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni. Leviatan kingdom vs 666 GENDER STOP. ESERCITO del Signore, Carro di Israele e sua cavalleria ] “GIUSTIZIATELI!” [ + In nomine Patris, et Filii et Spiritui Sancto. Croce del Santo Padre Benedetto. Croce Santa sii la mia Luce e non sia mai il dragone mio duce. Va indietro satana! Non mi persuaderai di cose vane. Sono mali le cose che mi offri, bevi tu stesso il tuo veleno. Nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo +. Amen! Leviatan kingdom vs 666 GENDER STOP: DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF ] C. S. P. B.  Crux Sancti Patris Benedecti, Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni [ uniusrei2 LEVIATHAN  ] DA UN CIMITERO DOVETE USCIRE E IN CIMITERO DOVETE ENTRARE: DEFINITIVAMENTE! [ circa le strategie monetarie io non sono un tuttologo!  ma obiettivo del FMI è quello di uccidere la CINA: e necessariamente viceversa! io starei fuori dal FMI perché il loro denaro è falso! …  massoni traditori signoraggio bancario pena di morte! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF, amen hallelujah   C. S. P. B. Crux Sancti Patris Benedecti Croce del Santo Padre Benedetto C. S. S. M. L. Crux Sacra Sit Mihi Lux Croce sacra sii la mia Luce N. D. S. M. D. Non draco sit mihi dux Che il dragone non sia il mio duce V. R. S. Vadre Retro satana Allontanati satana! N. S. M. V. Non Suade Mihi Vana Non mi persuaderai di cose vane S. M. Q. L. Sunt Mala Quae Libas Ciò che mi offri è cattivo I.V. B. Ipsa Venena Bibas Bevi tu stesso i tuoi veleni

=======================

Attenzione al Referendum del 4 dicembre, la riforma ha un articolo SEGRETO per distruggere la sovranità nazionale. [al referendum distruggi il NWO: VOTA E FAI VOTARE  NO!!! NO!!! NO!!!] Ecco qual è: Superamento del bicameralismo perfetto, dimezzamento dei Senatori e taglio dei costi della politica: sono questi i cavalli di battaglia portati avanti dagli esponenti del governo in tv per convincere gli elettori a votare SI al referendum sulla riforma costituzionale. Qualcosa, però, non quadra. Infatti, all’interno del testo della riforma c’è un articolo che i renziani tendono a tenere nascosto, ad ignorare, a far finta che non esista: è il numero 117. Dalle parti del PD si tende a minimizzare l’importanza di questo passaggio della riforma, perché ciò che c’è scritto potrebbe significare la definitiva perdita della nostra sovranità nazionale: “La potestà legislativa è esercitata dallo Stato e dalle Regioni nel rispetto della Costituzione, nonché dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione Europea e dagli obblighi internazionali.”. In pratica, se passano i SI al referendum, all’indomani del voto dentro la nostra Costituzione ci sarà scritto che l’Italia dovrà eseguire gli ordini di Bruxelles. Questo particolare, che non emerge quasi mai in tv o sui giornali, è stato denunciato proprio l’11 Ottobre scorso, nel corso del confronto con la Boschi a Otto e mezzo. FATELO SAPERE A TUTTI DIFFONDETELO CONTRO LA CENSURA MEDIATICA!!!

ATTENZIONE ISLAMICI nazi shariah, e loro nazi: LGBT 55 PERVERSIONI SESSUALI GENDER in FAcebook, loro insieme HANNO FATTO DI ME UN PERSEGUITATO POLITICO IN FACEBOOK! INFATTI, MI HANNO CHIUSO UN CANALE e “Questa funzione è temporaneamente bloccata”.. ora non posso ancora pubblicare perché sono stato punito per avere protetto la proprietà ebraica dei rotoli di Kumran..  IO AVEVO SULLA PAGINA (che mi è stata cancellata, con tutti i relativi commenti politici su ANSA ) UNA FOTO NON FATTA DA ME CHE DICEVA: “ognuno ha il VLADIMIR che si merita” infatti i russi hanno PUTIN, e noi italiani abbiamo Luxuria GENDER ideologia! Che poi, gli omosessuali che negano il matrimonio e relativa adozione di bambini (i miei amici omesessuali), sono i primi ad essere perseguitati da questa ideologia demoniaca, senza fondamento scientifico.. perché, infatti, non c’è nessuno, che può dire che non si nasce maschi e femmine, eppure loro lo dicono! MOSCA, 8 NOV – “La storia ha dimostrato diverse volte che i tentativi di isolare la Russia hanno provocato senza eccezioni delle conseguenze gravi per tutto il continente” europeo: lo ha detto il ministro degli Esteri di Mosca, Serghiei Lavrov, citato dalla Tass.
http://www.ansa.it/sito/notizie/mondo/europa/2016/11/08/lavrov-isolare-mosca-danneggia-leuropa_df2bbb7e-2e07-4a5e-b21c-10ad3ff30fd6.html

======================

Official YouTube Moderator
dominus UniusRei Dominus
SALMAN SAUDI ARABIA ] se noi affermiamo che, nei miei personaggi virtuali: di lorenzoALLAH Mahdì, lorenzoJHWH Messiah, e Unius REI, non c’é nulla di soprannaturale, e che questi sono soltanto dei personaggi virtuali, tutto il frutto di pura fantasia: il mio sogno migliore, cioè, di poter benedire tutti i popoli del mondo, al fine di: poter veicolare il messaggio politico della fratellanza universale? ok! poi, da un punto di vista politico non cambia nulla, perché, io in politica, io sono sarò e rimarrò sempre un agnostico razionale! Quindi io non pretendo una sovranità, al di fuori della razionalità dell’intelletto umano.. anche perché contrariamente, il mio messaggio non potrebbe mai essere universale!
revenge Yitzhak Kaduri
1,312 videos
96 subscribers

PERSECUTED CHURCH
Salman SAUDI ARABIA ] SHALOM + SALAM [ e se, per noi due, che noi 2, noi siamo veramente incompatibili: quasi su tutto, se noi due, noi possiamo vivere come fratelli, lavorare insieme, avere cura e protezione l’uno dell’altro? POI, per tutti gli altri, in tutto il pianeta, CERTAMENTE, SAREBBE SEMPRE PIÙ FACILE: realizzare la fratellanza univerale, che non per noi! Tu non puoi continuare a riporre la tua fiducia nei satanisti massoni farisei SPA FED NATO: “perché questo è un suicidio certissimo per te!”
Reply
PERSECUTED CHURCH

Salman SAUDI ARABIA ] SHALOM + SALAM [ Dio JHWH: Padre, VERBO e Vento Santo, lui ha detto “noi facciamo l’uomo a nostra immagine e somiglianza”.. quindi, tutti NOI, LUI IL SANTO, CI ha fatti: creati, con il potere della SUA Parola e con il Soffio dello Spirito SANTO: la nostra anima, dotata di un corpo spirituale! Adesso, anche noi abbiamo un riflettente potere creativo come LUI JHWH, se, è vero che anche noi siamo a sua Immagine e a Sua Somiglianza: per avere in noi le sue prerogative ad immagine! .. E TU NON DOVRESTI PARTIRE dal presupposto, dal PRINCIPIO CHE, LE COSE CHE POSSANO PIACERE A TE, queste stesse, poi, NON DEBBANO PIACERE ANCHE A ME, ANCHE!  .. e se noi non ricreamo le nuove strutture istituzionali e valoriali del Pianeta: monetarie ed istituzionali? POI, noi STIAMO TUTTI per andare a MORIRE!

PERSECUTED CHURCH
che cazzo hai fatto? TU HAI BUTTATO a MARE: tutto il SpA NUOVO ORDINE MONDIALE!

leviatan Unius REI
Bush, KERRY, HILLARY CLINTON, TRILATERALE, BILDENBERG,  NATO, CIA, SPA, FMI BM NWO Shariah Salman Salafiti Farisei: Eih a voi TUTTE  le puttane: signoraggio bancario: ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE: regime massonico Bildenberg, e tutte le Bestie di Satana e di Elisabetta queen second Gezabele Gener Sodoma UK services! MALEDETTO IL MOMENTO DEL VOSTRO CONCEPIMENTO! … quale insania vi ha traviato, per decidere nella vostra malvagità di voler diventare i miei nemici? infatti, attirati a me con vincoli di amore? VOI NON SIETE VOLUTI VENIRE!

========================
Morta Janet Reno, procuratrice generale di Clinton (e non è un fake). by sitoaurora. L’ex-Procuratrice Generale Janet Reno è morta a 78 anni. Reno era nota per diverse decisioni controverse durante il mandato sotto l’ex-presidente Bill Clinton, compreso l’ordine che portò al massacro di Waco. Reno è morta lunedì mattina, 7 novembre, per complicazioni della Parkinson, secondo la figlioccia Gabrielle D’Alemberte. Fu la prima donna a ricoprire la carica di procuratrice generale. Nominata nel 1993 dal presidente Bill Clinton, Reno acquisì notorietà dopo soli 38 giorni approvando la disastrosa incursione dell’FBI sul compound del culto davidiano a Waco, Texas. Il raid causò la morte di circa 80 persone, tra cui il capo della setta David Koresh. L’FBI compì un raid di sorpresa sul compound il 28 febbraio 1993 e 4 agenti e 6 membri della setta furono uccisi nella sparatoria. Il raid portò a uno stallo di 51 giorni, conclusi quando Reno autorizzò l’uso di gas lacrimogeni per porre fine all’assedio. L’incendio avvolse il centro di Mount Carmel durante il confronto, causando decine di morti, tra cui più di 20 bambini. Reno poi disse che il governo ricevette denunce di abusi sui minori nel complesso. Reno si assunse la responsabilità dell’incidente, dicendo lo stesso giorno: “Ne sono responsabile. La responsabilità ricade su di me”. Tuttavia, la procuratrice generale difese la decisione di consentire l’uso dei gas lacrimogeni davanti al comitato del Congresso per la riforma e la supervisione del Governo, nel 1995, ed accusò il capo del culto Koresh delle morti. “Questa fu la decisione più difficile che abbia mai dovuto prendere. Ci vivrò per il resto della mia vita”, disse. Reno fu definita ‘macellaio di Waco’ da alcuni, dopo il massacro.
Nota per la schiettezza, Reno fu la più longeva procuratrice generale del 20° secolo, nonostante la diagnosi del morbo di Parkinson nel 1995. Altre controversie in cui fu coinvolta ed implicanti l’amministrazione Clinton, furono lo scandalo Whitewater, il Filegate e l’indagine sulla relazione sessuale di Clinton con la stagista Monica Lewinksy. Qui Reno diede via libera all’Independent Counsel Kenneth Starr ad espandere le indagini. Reno subì la reazione nella sua città natale, Miami, nel 2000, quando autorizzò il sequestro armato del naufrago cubano Elián González dai parenti a Miami, per rimandarlo a vivere con il padre a Cuba. Il raid irritò la comunità degli esili cubani che la definì “strega” e lacchè del Presidente cubano Fidel Castro. Reno finì sotto tiro nel 1999 per l’accusa che la Cina avesse rubato od ottenuto illegalmente segreti nucleari degli Stati Uniti in 20 anni. I repubblicani ne chiesero le dimissioni nel corso della gestione della cosa al dipartimento di Giustizia. La carriera di Reno vide anche le condanne per l’attentato del 1995 ad Oklahoma City e il massiccio caso antitrust del dipartimento di Giustizia contro Microsoft. Tornò in Florida dopo il termine del mandato e si candidò governatrice nel 2002, ma perse le primarie democratiche. Tributi le sono rivolti dal mondo giuridico e politico, come l’attuale procuratrice generale Loretta Lynch, che l’ha descritta come “d’ispirazione” ed “apripista”.

Libro: Racconti dalla tenda di Muammar Gheddafi
by sitoaurora

copertina definitiva tigani.qxdTitolo: Racconti dalla tenda e altre riflessioni
Autore: Muammar Gheddafi
ISBN: 9788874427246
Prezzo: € 12,00
Anno: 2016
Pagine: 120
Editore: Armando Siciliano

Nella sofisticazione della Realtà capovolta, il demenziale “ribelle colorato” devoto al Califfo anglo-amerikano – che in­scena sgozzamenti sacrificali in video hollywoodiani per lo spaccio occidentale – diventa alibi e spada parodistica nello scannamento del Cinghiale. Il Cinghiale è il ribelle vero, il dissidente, l’incontrollados, perfino il Capo di Stato che nello spet­tacolo imperialista è da decenni rappresentato come cane rabbioso e mente diabolica dell’Asse del Male! (Reagan dixit, l’attore-presidente Usa). Gheddafi era odiato dai banditi imperialisti e dalle mo­narchie arabe ubriache fradicie di petrodollari. Gheddafi fu sempre irriverente verso quei Potenti della Terra che «quasi giunsero al conflitto per la divisione delle risorse della Luna, specialmente le risorse marine…, come scrive in uno dei racconti che pubblichiamo in questo volumetto. Gheddafi, l’ultimo Re dell’Africa, il più grande, colto e longevo leader anticolonialista che l’Antico Continente abbia mai avuto, aveva appena coniato la Moneta Africana di Sviluppo. … ecco il Cinghiale da sacrificare sugli altari dell’Alleanza Blasfema che saccheggia Madre Africa da secoli e tormenta il Mediterraneo dal 2011, riportandone indietro la Storia di al­meno un secolo. Gheddafi deve morire!

Cosa ne sai di Gheddafi?
Testamento
735223 Per 40 anni, o forse di più, ho fatto tutto quello che ho potuto per dare al popolo case, ospedali, scuole. E quando avevano fame, gli ho dato cibo. Ho trasformato Bengasi da un deserto in terra fertile, ho resistito agli attacchi del cowboy Reagan quando, tentando di uccidermi, ha ucciso un’orfana, mia figlia adottiva, una povera bambina innocente. Ho aiutato i miei fratelli e le mie sorelle africani con denaro per l’Unione Africana. Ho fatto d i tutto per aiutare il popolo a comprendere il concetto di vera democrazia, nella quale comitati popolari governano il nostro paese. Per alcuni tutto questo non bastava mai, gente che aveva case di 10 stanze, abbigliamento e mobilio ricchi. Egoisti come sono, chiedevano sempre di più a spese degli altri, erano sempre insoddisfatti e dicevano agli Statunitensi e ad altri visitatori che volevano “democrazia” e “libertà”. Non si volevano rendere conto che si tratta di un sistema di tagliagole, dove il cane più grosso divora tutto. Si facevano incantare da queste parole, non rendendosi conto che negli Usa non c’erano medicine libere, ospedali liberi, case libere, istruzione libera, cibo garantito. Per costoro non bastava nulla che facessi, ma per gli altri ero il figlio di Gamal Abdel Nasser, l’unico vero leader arabo e musulmano che avessimo avuto dai tempi di Saladino, un uomo che restituì il Canale di Suez al suo popolo come io ho rivendicato la Libia per il mio popolo. Sono state le sue orme che ho cercato di seguire, per mantenere il mio popolo libero dal dominio coloniale, dai predoni che ci vorrebbero derubare…
Ora sono sotto attacco dalla più grande forza militare della storia. Il mio piccolo figlio africano, Obama, vuole uccidermi, togliere la libertà al nostro paese, le nostre libere abitazioni, la nostra libera medicina, la nostra libera istruzione, il nostro cibo sicuro, e sostituirlo con il ladrocinio stile Usa chiamato “capitalismo”. Ma noi tutti, nel Terzo Mondo, sappiamo cosa ciò significhi. Significa che le imprese governano i paesi, il mondo, e che i popoli soffrono. Così per me non c’è alternativa, devo resistere e, se Allah vorrà, morirò seguendone la via, la via che ha arricchito il nostro paese di campi fertili, viveri, salute e ci ha perfino consentito di aiutare i nostri fratelli africani e arabi a lavorare qui con noi, nella Jamahiriya libica.
Non desidero morire, ma se dovessi arrivarci, per salvare questa terra, il mio popolo, le migliaia di miei figli, che allora sia.
Lasciate che questo testamento sia la mia voce al mondo. Dica che mi sono opposto agli attacchi dei crociati Nato, alla crudeltà, al tradimento, all’Occidente e alle sue ambizioni colonialiste. Che ho resistito insieme ai miei fratelli africani, ai miei veri fratelli arabi e musulmani. Ho cercato di fare luce, quando altrove si costruivano palazzi, ho vissuto in una casa modesta e in una tenda. Non ho mai dimenticato la mia gioventù a Sirte, non ho sprecato le nostre ricchezze nazionali e, come Saladino, il nostro grande condottiero musulmano che salvò Gerusalemme per l’Islam, ho preso poco per me…
In Occidente qualcuno mi ha definito “pazzo” e “demente”. Conoscono la verità, ma continuano a mentire. Sanno che la nostra terra è indipendente e libera, non soggetta al colonialismo. Sanno che la mia visione e il mio cammino sono sempre stati onesti e nell’interesse del mio popolo. Sanno che lotterò fino all’ultimo respiro per mantenerci liberi. Che Dio ci aiuti. Muammar Gheddafi

===========================

HAS GOD FORGOTTEN HIS CHILDREN? How long, Lord? Will You forget me forever? How long will You hide your face from me? How long must I wrestle with my thoughts and day after day have sorrow in my heart? How long will my enemy triumph over me?
(Psalm 13:1-2) If any believers can identify with this cry of David, it is those in North Korea. Today we hear from our co-worker, Jan Vermeer:
Looking at the desperate condition of the scattered North Korean Church is a test of faith. Was the Church meant to be underground or to be a bold witness? Should the name of Jesus Christ be proclaimed or whispered in silence? And if Jesus is King, why doesn’t He come to the rescue of his followers? Why do hundreds or even thousands perish in prisons or death camps each year?
An Open Doors contact in North Korea talks about their prayer meetings. “If you could attend one of those rare prayer meetings, your hearts would break,” he says. “We cover the portraits of the leaders on the wall and then we kneel down in a circle. We pray for strength and endurance. We pray that God will keep our country. ‘Father,’ we say, ‘The Israelites sinned and you made them wander in the wilderness for forty years. But for us, Lord, after more than fifty years we are still being punished. However, we have sinned and You are just. We bowed before the idols of Kim Il-Sung and before that to the idols of the Japanese. Forgive us. Please Father, restore the churches of past times in North Korea.’”
Feeling that sense of guilt in the North Korean believers is utterly painful. It makes you cry out with them the words of David, “How long, oh Lord? Will You forget me forever?” It’s a heartfelt cry, but is it the truth? Has God forgotten His children in North Korea? For that answer we have to investigate the spiritual life of North Korean Christians.
The Open Doors contact adds, “If you do that, you’ll find North Korean Christians are very mature. They know how to approach unbelievers and how to train new Christians, including their children once they are old enough. The Christians don’t mind to be tested. In fact, they are determined to sacrifice themselves for the Kingdom of God. They see trials as purifying.”
North Korean Christians know that when they pray earnestly, God will answer. The contact continues, “Whenever we do a project with Open Doors, first we fast for seven, sometimes ten days.
Only when God tells us separately that we can continue with the project do we give the green light and carry out the project. Sometimes we have a very vivid dream in which God tells us what to do and sometimes we all just feel exactly the same about the project. Our believers are bolder and stronger than before, even though the persecution is also stronger.”
Where people love and follow Jesus, there is always hope!
RESPONSE:
Today I bask in the sunshine of this hope. God does not ever forget His children!
PRAYER: Pray today for isolated believers in North Korea who do not have the warmth of Christian fellowship and group prayer.

=======================

Rispondi a questo post replicando sopra di questa linea
Nuovo articolo su Aurora

Cosa c’è in gioco nelle elezioni degli Stati Uniti?
by sitoaurora

Oriental Review 8 novembre 2016constitutionorleostrauss32813_0L’esito delle elezioni presidenziali del 2016 dimostrerà che il sistema politico degli USA, come lo conosciamo, cesserà di esistere. Trump non è una di quelle pedine repubblicane che, assieme ai burattini democratici, negli ultimi 40 anni hanno retto la facciata della democrazia statunitense. Sembra proprio sia pronto ad attuare la minaccia di prima della Convention nazionale repubblicana, inviare milioni di sostenitori per le strade. Oggi Trump rappresenta un completamente nuovo partito, costituito da metà dell’elettorato statunitense, pronto all’azione. E qualunque sia l’eventuale struttura politica del nuovo modello, plasma la realtà attuale degli Stati Uniti. Inoltre, non sembra una situazione isolata. Piuttosto sembra l’ultimo capitolo di una vecchia storia, dove trame contorte infine prendono forma e trovano una risoluzione. Le circostanze sempre più ricordano il 1860, quando l’elezione di Lincoln fece infuriare il Sud avviando l’agitazione per la secessione. Trump è oggi il simbolo della vera tradizione statunitense che nella guerra civile (1860-1865), per la prima volta si gettò a capofitto nel liberalismo rivoluzionario. Fino alla prima guerra mondiale, il tradizionale conservatorismo statunitense indossò la maschera dell'”isolazionismo”. Prima della Seconda Guerra Mondiale era noto come “non-interventismo”. In seguito, tale movimento tentò di utilizzare il senatore Joseph McCarthy per combattere la morsa sinistra-liberali. E negli anni ’60 divenne l’obiettivo principale della “rivoluzione contro-culturale”. Il suo ultimo bastione fu Richard Nixon, la cui caduta fu conseguenza dell’attacco senza precedenti della stampa liberale di sinistra nel 1974. E questo è forse l’esempio con cui confrontare Trump e la sua lotta attuale. Tra l’altro, i reati di Hillary Clinton, che non ha protetto i segreti di Stato ed è stata più volte colta a mentire sotto giuramento, superano il Watergate che portò alle dimissioni forzate di Nixon con la minaccia dell’impeachment. Ma i media liberal statunitensi sono silenziosi, come se nulla fosse accaduto. Da tutte le indicazioni, è chiaro che si è in un momento davvero epocale. Ma prima di passare al futuro che ci attende, diamo un rapido sguardo alla storia del conflitto tra liberalismo rivoluzionario e conservatorismo tradizionale bianco negli Stati Uniti.
shachtman Subito dopo la Seconda guerra mondiale, un attacco su due fronti fu lanciato dal partito dell'”espansionismo” (lo chiameremo così). L’Unione Sovietica e il comunismo furono designati nemici numero uno. Nemico numero due (con meno clamore) fu il conservatorismo tradizionale statunitense. La guerra contro l'”americanismo” tradizionale fu condotta contemporaneamente da diverse frange intellettuali. La vita culturale e intellettuale del Paese era sotto il controllo assoluto del gruppo noto come “intellettuali di New York”. La critica letteraria, così come tutti gli altri aspetti della vita letteraria del Paese, era nelle mani di tale gruppetto di curatori letterari emersi dall’ambiente della rivista trotskista-comunista Partisan Review (PR). Nessuno poteva diventare uno scrittore professionista negli USA degli anni ’50 e ’60, senza essere accuratamente filtrato da tale setta. I principi fondamentali della filosofia politica e della sociologia statunitensi furono decisi dalla Scuola di Francoforte, nata tra le due guerre nella Germania di Weimar e che si recò negli Stati Uniti dopo che i nazisti presero il potere. Qui, passò dal comunismo al liberalismo, avviando la progettazione della “teoria del totalitarismo”, unita al concetto di “personalità autoritaria”, entrambi ostili alla “democrazia”. Gli “intellettuali di New York” e i rappresentanti della Scuola di Francoforte divennero amici, e Hannah Arendt, per esempio, fu un’autorevole rappresentante di entrambe le sette. Qui nacquero i futuri neocon (Norman Podhoretz, Eliot A. Cohen e Irving Kristol) acquisendovi esperienza. L’ex-capo della Quarta internazionale trotskista e padrino dei neocon, Max Shachtman, ha un posto d’onore nella “famiglia degli intellettuali”. La scuola antropologica di Franz Boas e il freudismo dominavano il mondo della psicologia e della sociologia al momento. L’approccio di Boas alla psicologia sosteneva che le differenze genetiche, nazionali, razziali e tra gli individui non hanno alcuna importanza (quindi concetti come “cultura nazionale” e “comunità nazionale” sono privi di significato). La psicoanalisi divenne di moda, tendendo principalmente a soppiantare le istituzioni ecclesiastiche tradizionali e a diventare una sorta di quasi-religione della classe media. Il denominatore comune che lega tali movimenti era l’antifascismo. Ma qui qualcosa sembrava puzzare? Il problema era che i valori tradizionali di nazione, Stato e famiglia erano tutti classificati “fascisti”. Da tale punto di vista, ogni cristiano bianco consapevole della propria identità culturale e nazionale è potenzialmente un “fascista”. Kevin MacDonald, professore di psicologia presso la California State University, analizzò in dettaglio il sequestro del quadro culturale, politico e mentale degli Stati Uniti per mano delle “sette liberali”, nel brillante libro “La cultura della Critica”, scrivendo: “Gli intellettuali di New York, per esempio, hanno sviluppato legami con le università d’élite, in particolare Harvard, Columbia, Chicago e Berkeley, mentre psicoanalisi e antropologia si radicarono nel mondo accademico. L’élite intellettuale e morale creata da tali movimenti dominò il discorso intellettuale nel periodo critico del secondo dopoguerra, portando alla rivoluzione controculturale degli anni ’60”. Fu tale ambiente intellettuale che generò la rivoluzione controculturale degli anni ’60. Cavalcando l’onda di tali sentimenti, la nuova legge sull’immigrazione e la nazionalità venne approvata nel 1965, incoraggiando tali fenomeni e favorendo l’integrazione degli immigrati nella società degli Stati Uniti. Gli architetti delle legge volevano utilizzare il melting pot per “diluire” i discendenti “potenzialmente fascisti” degli immigrati europei, facendo uso di nuovi elementi etno-culturali. La rivoluzione degli anni ’60 aprì la porta alla dirigenza politica statunitense ai rappresentanti di entrambe le ali del “partito” espansionista: neo-liberali e neo-conservatori. Assediato dalla stampa liberale di sinistra nel 1974, Richard Nixon si dimise per la minaccia d’impeachment. Nello stesso anno, il Congresso degli Stati Uniti approvò l’emendamento Jackson-Vanik (redatto da Richard Perle), simbolo della “nuova agenda politica” del Paese, la guerra economica contro l’Unione Sovietica con sanzioni e boicottaggi. Nello stesso tempo la “generazione hippie” aderì ai democratici dietro la campagna del senatore George McGovern. Fu allora che il volto sorridente di Bill Clinton apparve sull’orizzonte politico degli Stati Uniti. E i futuri neo-conservatori (allora discepoli del falco democratico Henry “Scoop” Jackson) iniziarono lentamente a volgersi verso i repubblicani.
friedman2 Nel 1976, Rumsfeld e colleghi neoconservatori resuscitarono la commissione sul pericolo presente, un club inter-partito per falchi politici il cui obiettivo era la guerra totale propagandistica contro l’URSS. Gli ex-trotzkisti e seguaci di Max Shachtman (Kristol, Podhoretz e Jeane Kirkpatrick) e i consiglieri del senatore Henry Jackson (Paul Wolfowitz, Perle, Elliott Abrams, Charles Horner e Douglas Feith) si unirono a Donald Rumsfeld, Dick Cheney e altri politici “cristiani” con l’intenzione di lanciare una “campagna per cambiare il mondo”. Così nacque “l’ideologia nonpartisan” dei neocon, generando il “governo inalterabile degli Stati Uniti”. La politica statunitense acquisì la forma attuale con Reagan. In economia lo si vide nel neoliberismo (la politica guidata dagli interessi del grande capitale finanziario) e in politica estera, la strategia nella tradizione di Nixon-Kissinger (“guerra santa contro le forze del male”, che vedeva Unione Sovietica e Cina normali Paesi con cui è essenziale trovare un terreno comune) fu interamente abbandonata. Il crollo dell’URSS fu il segnale dell’inizio della fase finale della “rivoluzione neocon”. A quel punto il loro protetto, Francis Fukuyama, annunciò la “fine della storia”. Col passare degli anni, l’influenza dei neo-conservatori (in politica) e dei neoliberisti (in economia) si ampliò. Attraverso ogni sorta di comitati, fondazioni, “gruppi di riflessione”, ecc, i seguaci di Milton Friedman e Leo Strauss (dei dipartimenti di economia e scienze politiche presso l’Università di Chicago) penetrò sempre più profondamente nella macchina del potere di Washington. L’apoteosi di tale espansione fu la presidenza di George W. Bush, durante cui i neocon, dopo aver sequestrato i principali strumenti di potere alla Casa Bianca, fecero precipitare il Paese nella follia della guerra in Medio Oriente. Alla fine della presidenza Bush, tale cricca era oggetto dell’odio universale negli Stati Uniti. Ecco perché l’ibrida innocua figura del democratico Barack Obama poté finire alla Casa Bianca per otto anni. I neocon furono dimessi dalle loro tribune al centro del potere e tornarono ai loro “comitati influenti”. E’ probabile che l’elezione abbia per scopo il ritorno trionfale del paradigma neo-conservatore e neoliberista con “una nuova confezione”. Per vari motivi fu deciso di assegnare tale ruolo a Hillary Clinton. Ma sembra che nel momento più critico la fragile confezione si sia lacerata… Cos’è successo? Perché il ritorno trionfale al potere di tale cricca sfocia in un enorme scandalo, questa volta? Probabilmente perché viviamo nell’epoca in cui ciò che era misterioso è improvvisamente diventato chiaro. Probabilmente perché la “maggioranza silenziosa” di Trump improvvisamente ha visto qualcuno che attendeva da molto tempo, un uomo pronto a difenderne gli interessi. Forse anche perché la classe media soffoca per la crescente esasperazione verso la “casta delle élite” che occupa il Paese natio. E, infine, è chiaro ai patrioti statunitensi più sobri delle forze dell’ordine che il ritorno al potere dei responsabili dell’attuale caos globale sarà una grave minaccia per Stati Uniti e resto del mondo. Perché, alla fine, tutti hanno dei figli e nessuno vuole una nuova guerra mondiale. Come sarà la nuova rivolta conservatrice contro l’estremismo delle élite? Trump riuscirà a “prosciugare la palude di Washington, DC” come ha promesso, o sarà la prossima vittima del sistema? Molto presto potremo avere una risposta a queste domande.30463761622_7911937ac9_bTraduzione di Alessandro Lattanzio – SitoAurora
sitoaurora | novembre 8, 2016 alle 16:01 | Etichette: agente d’influenza, agenti d’influenza, American assassination, american assassinations, assassinio politico, atlantismo, Bill Clinton, black operation, Blocco BAO, capitalismo, CIA, circo mediatico, complesso mediatico-disinformativo, complotti, cospirazioni, covert operation, Covert Operations, disinformazione, disinformazione strategica, egemonia, egemonismo, globalismo, globalizzazione, golpismo, governo invisibile, governo occulto, guerra asimmetrica, guerra coperta, guerra d’influenza, guerra d’informazione, guerra d’intelligence, guerra di propaganda, guerra mediatica, guerra occulta, guerra psicologica, Hillary Clinton, Hillary Rodham Clinton, Imperialismo, intelligence, intelligence community, mass media, mercenari, missioni segrete, mondialismo, mondializzazione, neocon, neoconservatori, neoimperialismo, North Atlantic Treaty Organization, Nuovo ordine mondiale, Oligarchia, oligarchie, oligarchismo, operazioni coperte, operazioni occulte, operazioni psicologiche, operazioni speciali, Pentagono, politica internazionale, politica mondiale, politica occulta, politica regionale, poteri occulti, Propaganda, psy-war, psywar, relazioni internazionali, rete spionistica, sabotaggi, sabotaggio, sabotatori, servizi segreti, settarismo, sfera d’influenza, sinarchia, sinarchie, sinarchismo, Smartmatic, società occulte, società segrete, sovversione, sovversivismo, spionaggio, Stati Uniti, strategia, terrorismo, USA, Walkerville, Washington, Washington Consensus, Washington DC, WikiLeaks | Categorie: Covert Operation, Geopolitica, Imperialismo | URL: http://wp.me/p1qi5U-6LW

https://aurorasito.wordpress.com/2016/11/08/cosa-ce-in-gioco-nelle-elezioni-degli-stati-uniti/
Grazie per aver scelto WordPress.com
============================

elezioni usa – milioni di americani al voto
Trump-Clinton, Israele si divide
Gli ebrei israeliani preferiscono la Clinton, gli ebrei americani d’Israele Trump. È quanto emerge dai sondaggi pubblicati nelle scorse settimane da diversi istituti di ricerca, israeliani ed esteri, in merito alle preferenze dell’opinione pubblica israeliana sui due candidati alla Casa Bianca. Da Haifa a Eilat, si guarda con grande interesse e attenzione a quanto accade Oltreoceano, dove in queste ore sono state aperte le urne per decidere se a sedere alla Casa Bianca sarà la democratica Hillary Clinton (avanti nei sondaggi) o il repubblicano Donald Trump. In un sondaggio pubblicato ieri da Galei Zahal (e condotto da Shiluv Millward Brown), la radio dell’esercito israeliano, emerge una certa predilezione per l’ex segretario di Stato di Obama: il 41 per cento degli intervistati ha infatti dichiarato di preferire Clinton rispetto a Trump, che ha invece ottenuto il 31 per cento di preferenze. Si tratta di dati che rispecchiano sondaggi già emersi nelle settimane passate, che in generale sembrano rilevare un certo pragmatismo dell’opinione pubblica israeliana: generalizzando, non amano la Clinton ma si fidano di più della sua capacità politica e della sua conoscenza del Medio Oriente. A testimoniarlo, quanto emerso nel sondaggio del Rafi Smith Institute, che conferma il maggior gradimento verso la candidata democratica (49 per cento contro il 32 di Trump).
Leggi

il grande convegno fiorentino per bassani
Tra letteratura e testimonianza
L’eredità da lasciare ai giovani
“I giovani vengono prima di tutto. E non voglio siano numerosi solo tra il pubblico. Per me è importantissimo, a ogni nuova iniziativa, partire dal coinvolgimento dei giovani studiosi, dei ricercatori di valore che nonostante quello che normalmente parrebbe ci sono, esistono, lavorano e pubblicano. Sono tanti e sono validissimi, ma per vari motivi che mi è difficile comprendere e accettare raramente vengono valorizzati come meriterebbero”. Così la professoressa Anna Dolfi, responsabile scientifico e organizzatrice del convegno internazionale di studi “Gli intellettuali/scrittori ebrei e il dovere della testimonianza” in corso in queste ore a Firenze spiega la notevolissima presenza di giovani in una sala che sia ieri, nella giornata di apertura, che oggi si presenta affollatissima. Sono studenti del suo corso di laurea, certamente, ma anche moltissimi altri ragazzi coinvolti direttamente: “abbiamo oramai una rete consolidata, e fra colleghi diffondiamo sempre con grande forza le notizie relative a iniziative portatrici di valori non solo accademici. Quelli presenti in sala, così, sono in maggioranza universitari, ma anche molti ragazzi che vediamo oramai frequentemente ai convegni, che partecipano, che si interessano, si informano. E che poi tornano e fanno domande, si pongono problemi. Usano la testa e il cuore. E sanno studiare”.
Leggi

qui roma – le pietre d’inciampo al senato
Grasso: “Memoria non è retorica
ma strumento a difesa dei valori”
“Il ricordo non può essere solo un esercizio retorico, ma un pungolo per la società, per interrogarsi, per riflettere. Affinché voi ragazzi, a cui guardiamo con speranza  nell’affrontare le sfide che abbiamo davanti, non assistiate mai più all’umiliazione della dignità dell’uomo”. Così il Presidente del Senato Pietro Grasso nell’intervenire all’appuntamento che ha avuto luogo nelle scorse ore a Roma a Palazzo Giustiniani, una delle sedi di rappresentanza del Senato, per celebrare il traguardo delle cinquecento pietre d’inciampo apposte in Italia dal 2010 ad oggi.
L’evento, promosso dalla Senatrice Silvana Amati, in collaborazione con la storica animatrice del progetto delle stolpersteine in Italia Adachiara Zevi, ha visto intervenire un folto pubblico, fatto anche di studenti di istituti superiori di Roma, coinvolti in questi anni in iniziative di Memoria.
“Un percorso importante, fatto anche con le scuole, con i licei”, ha sottolineato la Amati, prima firmataria del disegno di legge sul negazionismo approvato nel maggio scorso. “Ed è proprio agli studenti che è rivolto il messaggio più significativo, quello di non dimenticare”.
==============

Hola lorenzoJHWH, Paraguay: libro blanco de defunciones para los no nacidos. TUTTI I BAMBINI CHE HANNO SUBITO L’ABORTO E CHE SONO NATI MORTI DEVONO AVERE UNA TOMBA ANCHE LORO! T Por una sepultura digna para nuestros hijos fallecidos antes de nacer Mi nombre es Patricia Coronel, aunque me llaman Patty. Vivo en Asunción (Paraguay), tengo 38 años y soy mamá de 5 hijos… 2 de ellos ángeles… Juntos a otros padres hemos iniciado un movimiento para que nuestros hijos que no llegaron a nacer puedan tener nombre y apellidos y una sepultura digna. Te cuento mi historia. Mi vida parecía perfecta…un embarazo deseado, mis hijos mayores felices con la noticia que vendría la tan ansiada princesa de la familia… Pero el sueño se truncó y por complicaciones evitables si el sistema de salud fuera eficiente. Mi niña nació prematura a las 27 semanas pesando 1kilo… Luchamos contra el sistema, contra cada pronóstico negativo… Como ella si nació viva logramos darle un nombre: Izabella Arami. Pero ella se fue en silencio…sin despedirse… Quedamos devastados sin saber que aún faltaba más dolor en nuestras vidas. Meses después sin proponerlo, aún cuidándonos, volví a quedar embarazada. Estaba llena de miedo, pero aun así estábamos emocionados…una nueva oportunidad de sanar las heridas… Pero de nuevo se truncó… Solo que esta vez fue más doloroso lo que pasó… Una tarde viniendo del trabajo veo unos manchones en la ropa. Voy al hospital más cercano y la doctora de guardia no tomó en serio lo que le dije por ser un embarazo de 3 meses (12semanas) Me dijo sin revisarme que eran sólo un montón de células y que fuera a mi casa y siguiera normal. Le pregunte si debía reposar y me dijo que no hacia falta…
Dos días después, todo terminó… Fui de nuevo y me tuvieron que hacer un legrado. Pedí el cuerpecito de mi bebé y me lo negaron. Me dijeron que no alcanzaba el parámetro mínimo de 500 gramos para que me lo pudieran entregar.
Así que mi bebé terminó en un cubo como BASURA BIOLÓGICA. No les importó mis ruegos ni mis lágrimas…. Quedé de nuevo con los brazos vacíos y el corazón roto… Mi bebé no tuvo la suerte de Izabella de tener un nombre y una sepultura digna. Ni siquiera figura en las estadísticas de salud pública.
Mi dulce bebé, tirado como BASURA BIOLÓGICA junto a otros bebés que corrieron la misma suerte…
Por eso estamos luchando para que otros bebés no terminen en la basura… que sean entregados a la familia para que puedan tener una sepultura digna y los padres podamos tener nuestro duelo. Para la sociedad sólo tengo 3 hijos: Matías, Esteban y mi arcoiris Benjamin. Pero ni Izabella ni mi otro bebé sean recordados y contados como hijos. Luchamos para que esto cambie. Y gracias a Dios ya hay dos diputados que han presentado un proyecto de ley en este sentido. ¿Quieres felicitarles? Se vota mañana miércoles. Gracias, lorenzo, por tu apoyo y tu solidaridad. Estoy segura que no sólo en Paraguay ocurren cosas como las que te he contado. Si lo conseguimos en Paraguay, quizás podamos crear conciencia en el resto del mundo.
Gracias por tu apoyo. Un saludo desde Asunción, Paraguay, Patricia Coronel, Patty para mis amigos, entre los que espero contarte tras esta carta.
PD. Por favor, apoya el movimiento por una sepultura digna para nuestros hijos no nacidos. PD2. Agradezco a CitizenGO que me haya dado la oportunidad de poder contactar contigo y contarte mi historia. CitizenGO es una plataforma de participación ciudadana que trabaja para defender la vida, la familia y las libertades fundamentales en todo el mundo. Para conocer más sobre CitizenGO, haz click aquí, o síguenos en Facebook o Twitter.
Este mensaje fue enviado a lorenzo_scarola@fastwebnet.it¿Quieres darte de baja? Haz clic aquí. Para contactar con CitizenGO, no respondas a este e-mail. Escríbenos un mensaje en http://www.citizengo.org/es/contacto

=================

Russia e Grecia: una forte amicizia né NATO né UE possono rovinare
by sitoaurora

Peter Korzun, Strategic Culture Foundation 05/11/2016

Con le crescenti tensioni tra la Russia e l’occidente che fanno idt-common-streams-streamserver-cls titoli, Mosca e Atene continuano a sviluppare le relazioni bilaterali in tutti i campi. Il 1° novembre, il Ministro degli Esteri russo Sergej Lavrov visitava il Paese amico, membro di NATO e UE, incontrando il Primo ministro Alexis Tsipras, il Presidente Prokopis Pavlopoulos e l’omologo greco Nikolaos Kotzias. Il 2016 è l’anno dello scambio culturale segnato da due date importanti: 185 anni dalla tragica scomparsa di Ioannis Kapodistrias, ministro degli Esteri greco nell’Impero russo e uno dei politici e diplomatici più illustri d’Europa, e i 1000 della presenza dei monaci russi nella penisola greca (nel santuario monastico autonomo ortodosso di Monte Athos). La visita rientrava nel programma speciale per sviluppare l’amicizia tra le due nazioni ortodosse, con circa 170 eventi su cultura, scienza, istruzione, turismo, sport, economia e commercio. Il 190° anniversario della battaglia navale di Navarino, dove la Flotta russa liberò la Grecia dall’impero ottomano, segnerà il prossimo anno. L’agenda include commercio, investimenti e cooperazione energetica, nonché urgenti questioni internazionali. La commissione mista russo-greca sulla cooperazione scientifica e tecnica economica ed industriale, ha avuto la decima sessione ad Atene il 4 novembre 2016. Il flusso turistico dalla Russia alla Grecia è aumentato del 20 per cento nel primo semestre, divenendo un record. Nuove opportunità d’investimento appaiono grazie all’accordo firmato tra aziende d’investimento di Grecia e Russia durante la visita del Presidente Putin ad Atene a maggio. L’accordo include la cooperazione in aree come turismo, ferrovie, porti, energia, cibo, agricoltura, distribuzione al dettaglio, ambiente e salute. Si dà particolare attenzione allo sviluppo dei modi per attrarre investimenti e esportazioni tra Grecia e Russia. Lavrov ha osservato che Mosca e Atene hanno prospettive promettenti nel settore energetico. “Condividiamo l’idea di avere un potenziale significativo nell’industria energetica. E’ probabile che avremo discussioni speciali in vista di un risultato specifico”, aveva detto il capo della diplomazia russa. Atene mantiene stretti legami con Mosca, opponendosi alle sanzioni UE alla Russia. Il giorno dopo la vittoria del partito Syriza di Alexis Tsipras, il Primo Ministro contestò gli appelli ad ulteriori sanzioni contro la Russia ed espresse solidarietà a Mosca e al popolo russo. “Sulle nostre relazioni con la NATO, apprezziamo il disaccordo della Grecia con la politica delle sanzioni e la volontà di proseguire il dialogo sulla crisi ucraina”, aveva dichiarato Lavrov dopo l’incontro con l’omologo greco Nikos Kotzias il 2 novembre.
Il rapporto comprende anche la cooperazione militare. A maggio, il Ministro della Difesa greco Panos Kammenos affermava che la Grecia cercherà di avere la licenza per la fabbricazione dei fucili d’assalto Kalashnikov a Patrasso, appena finito l’embargo commerciale dell’UE contro la Russia. La co-produzione nella fabbrica di Aigio nel Peloponneso nord, sarà una spinta importante per l’industria della Difesa della Grecia. La Grecia è in trattative con Mosca per l’acquisto e la manutenzione dei sistemi di difesa aerea di fabbricazione russa S-300, che possiede dalla fine degli anni ’90. Alti funzionari della NATO hanno sollevato preoccupazioni sui tentativi della Grecia di stringere un Patto difensivo con Mosca che minerebbe seriamente il fronte unito contro la Russia. Kammenos aveva apertamente sostenuto la posizione della Russia sull’Ucraina. Secondo lui, “La popolazione greca in Crimea è stata attaccata dal governo fascista ucraino e le famiglie greche sono state protette dalle forze russe”. Parlando alla 4.ta conferenza sulla sicurezza internazionale di Mosca ad aprile, il ministro sostenne che le sanzioni dell’UE erano “un disastro per la Russia e l’UE”. Fu simbolico che il fine settimana prima della visita del Lavrov, il cacciatorpediniere russo Smetlivij gettasse l’ancora nel porto principale della Grecia del Pireo, prima di navigare nel Mediterraneo orientale per unirsi alle navi da guerra che appoggiano le forze governative nella guerra in Siria. La nave partecipò ai festeggiamenti dedicati all’anno dello scambio culturale. La Grecia è non è l’unico membro di UE e NATO che sfida apertamente la politica antirussa imposta dagli Stati Uniti. Il Paese fa parte del grande gruppo di membri dell’UE che si oppone alla politica delle sanzioni antirusse e le loro voci sono sempre più forti ultimamente. La Grecia sa che l’Unione europea attraversa tempi duri. “Lo scopo, anche l’esistenza, della nostra Unione è in discussione”, aveva scritto il capo della politica estera dell’UE Federica Mogherini nella prefazione della strategia globale dell’UE su politica estera e di sicurezza, il nuovo documento pubblicato in estate. Unità sarà la parola onnipresente nei documenti ufficiali della NATO, ma ci sono profonde differenze che dividono l’alleanza sui grandi temi. Italia, Francia e Grecia si oppongono alla politica del blocco alla Russia. Secondo il Pew Research Center, solo il 34 per cento degli europei ritiene che Mosca metta in pericolo il continente, puntando a Stato islamico ed instabilità economica quali sfide principali. NATO e UE dovranno presto cambiare politica verso Mosca. Sono cose volubili, i rapporti hanno alti e bassi, ma i valori comuni, la cultura ortodossa, la storia e l’affinità sincera riuniranno sempre Russia e Grecia.bn-gy486_rusgre_j_20150213105247

La ripubblicazione è gradita in riferimento alla rivista on-line della Strategic Culture Foundation.

=====================
quello che io voglio? io ho anche il potere di pretenderlo! [[ Le idee migliori sono proprietà di tutti, esse non nascono dalla ragione, ma da una lucida e visionaria follia: il Regno di Israele ]] #shariah #talmud spa Ogm FED FMI BM .. altro che Cina e Russia, sarò io che vi ucciderò tutti! .. io sono esercito del Signore, Carro di ISraele kingdom e sua cavalleria! da un Cimitero dovete usciere e in un cimitero dovete entrare DEFINITIVAMENTE! .. I TUOI SODALI? presto verranno a piangere alla tua tomba, poi, sarà il loro turno! DRINK YOUR POISON MADE BY YOURSELF

======================
i GENDER IDEOLOGIA SATANICA STANNO FACENDO DELLA NOSTRA SOCIETÀ CARNE PER PORCI! Ciao Lorenzo Scarola, https://youtu.be/sD7LhyhV9YI voglio condividere con te una bella notizia: ProVita ha ottenuto – grazie ad un sostenitore – la possibilità di proiettare in diversi cinema, tra qualche giorno, un breve spot contro l’utero in affitto! Fermiamo assieme la macabra pratica dell’Utero in Affitto!
Supporta ProVita – Diciamo assieme #STOPuteroinaffitto! In anteprima per te, voglio mostrarti il breve annuncio di 30 secondi sull’utero in affitto: clicca sul video qui sotto! spot_utero-in-affitto.png
Il breve spot ci permetterà di trasmettere un messaggio incisivo a tante persone che frequentano i cinema, molte delle quali forse non hanno mai riflettuto sulla natura e sulle conseguenze della nuova forma di tratta di esseri umani chiamata utero in affitto.
La nostra campagna contro la cosiddetta maternità surrogata continua dunque più forte che mai, ora anche al cinema!
Ricorda, Lorenzo Scarola, che puoi partecipare alla campagna contro l’utero in affitto firmando la nostra petizione (clicca qui se non hai ancora firmato). Se hai già firmato potresti inviare la petizione ad almeno un familiare o amico?
La petizione è particolarmente importante in quanto è necessario “svegliare” le autorità, le quali fanno ben poco per ostacolare le agenzie straniere che promuovono l’utero in affitto in Italia …
Grazie! Sempre avanti per la Vita e la famiglia! Toni Brandi
Presidente ProVita onlus

martedì 08 novembre 2016


Jaime Septién
Chiunque vinca, noi cristiani abbiamo già perso

La nota blogger cattolica Rebecca Hamilton ha pubblicato un post devastante: “Il nostro voto? È come scegliere tra il diavolo o l’abisso”

Continua a leggere


Catholic Link
Fidanzati, 10 domande da porvi prima di sposarvi!

Ci sono conversazioni che non possono essere rimandate al futuro

Continua a leggere


Catholic Link
7 verità sull’esorcismo e gli esorcisti

Continua a leggere


Esther Núñez Balbín
Il sacerdote che accoglie i malati ed è padre adottivo

Don Aldo Trento pratica l’“affettoterapia” raccomandata da papa Francesco

Continua a leggere


padre Carlos Padilla
Si avvicinarono solo per ribadire le loro idee e Gesù rispose loro così

Quante volte nella storia …


Andrew Peterson
Un ritratto realistico del matrimonio, ma pieno di speranza

“Il matrimonio richiede di morire mille …


Jesús Colina
Papa Francesco ai leader di Internet: ciò che nessuno si aspettava che dicesse

Ha ricevuto rappresentanti di Google, WPP, Publicis, Discovery, Dentsu Aegis, Scripps Networks Interactive, Orascom, …


Gelsomino Del Guercio
Si può guarire dalla pedofilia? Vi indichiamo un percorso in 10 tappe

Lo psicoterapeuta Pacciolla: deve risalire gradualmente l’autocontrollo, ma non tutti guariscono


Toscana Oggi
È vero che San Pietro era sposato?


Matthew R. Wenke
Quando pregavo per le vocazioni, non intendevo che Dio potesse prendersi mia figlia!

I pensieri di un padre sull’ingresso della figlia in una clausura passionista


Libertà e Persona
Ebbene sì: l’uomo dei terremoti, Giuseppe Mercalli, era un prete

Altro che incompatibilità tra scienza e fede…


Zoe Romanovsky
Perché dobbiamo smetterla di dare i nostri scarti ai poveri

Se Gesù ti chiedesse un cappotto, quale gli daresti?

Annunci